QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Nick Cave risponde a una canzone scritta da un robot di testo: “This Song Is Rubbish” | Musica

Nick Cave non è, a dir poco, un fan dello script avanzato di ChatGPT. Il cantautore australiano ha espresso il suo disappunto dopo che un fan gli ha inviato una canzone realizzata da un robot cantante.

ChatGPT può essere diretto per imitare lo stile di individui specifici. Un fan di Nick Cave ha chiesto allo script bot una canzone in “stile Nick Cave”. Il risultato è una canzone piena di oscure immagini bibliche, con il ritornello: “Io sono il peccatore, io sono il santo / io sono l’oscurità, io sono la luce / io sono il cacciatore, io sono la preda / io sono il diavolo, io sono il salvatore.”

Il fan, un certo Mark dalla Nuova Zelanda, ha inviato la sceneggiatura a Nick Cave e voleva sapere cosa ne pensava. Dice che non è la prima volta che vengono inviati messaggi digitati da AI da quando ChatGPT è iniziato online a novembre. Ma come fa a dire che non è impressionato. “Mark, grazie per la canzone”, ha scritto nella sua newsletter di Red Hand Files, “ma con tutto il dovuto amore e rispetto: questa canzone è spazzatura, un’orrenda presa in giro di ciò che dovrebbe essere un essere umano”.


citazioni

ChatGPT non ha un oggetto interno. Non è stato da nessuna parte, non ha attraversato nulla e non ha il coraggio di andare oltre i propri limiti

“Le canzoni nascono dalla sofferenza, con questo intendo dire che sono costruite sulla complessa lotta umana interiore della creazione. Per quanto ne so, gli algoritmi non hanno sentimenti. I dati non ne sono influenzati”, spiega il cantante 65enne. ” ChatGPT non ha un’entità interna. Non è stato da nessuna parte, non ha sperimentato nulla, non ha l’ardire di trascendere i propri limiti, e quindi non ha la capacità di una comune esperienza trascendentale.

“La tristezza di ChatGTP è che è destinato a imitare, ma non potrà mai avere un’autentica esperienza umana, non importa quanto svalutata e in definitiva irrilevante sia l’esperienza umana”.


citazioni

Scrivere una buona canzone non è un’imitazione, un clone o un’imitazione, anzi. È un atto suicida che distrugge tutto ciò che si è cercato di produrre in passato

Secondo Keef, il segreto di una buona canzone non è che assomigli a un’opera in primo piano. “Scrivere una buona canzone non è imitazione, imitazione o imitazione, al contrario. È un atto di suicidio che distrugge tutto ciò che si è cercato di produrre in passato”. Questo, afferma, è proprio ciò che spinge l’artista a spingersi oltre i propri limiti. “Questo fa parte dell’autentica lotta creativa che precede la creazione di un poema unico di valore reale”. L’intelligenza artificiale può solo imitarlo, a quanto pare.

uno sguardo. Triplo salto tra rabbia, amore e tristezza: quello era Nick Cave al TW Classic

Duro, corpulento e romantico come un grande mantello su un pubblico asciutto dalla pioggia: quello era Nick Cave su TW Classic

Nick Cave ringrazia i fan per il loro supporto dopo la morte di suo figlio

uno sguardo. Nick Cave perde il secondo figlio Jethro a favore di Zenby (30)

READ  La cognata sorprende Stefania Morganti con un video: "Mi sono allenata solo due ore" (Maasmechelen)