QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Non c’è opposizione alla Super League in Spagna e in Italia

In Inghilterra è scesa in piazza nei giorni scorsi una folla di tifosi indignati per il “tradimento” dei propri club quando volevano prendere parte alla Super League. Con successo, perché quei club hanno ora annunciato che stanno abbandonando il progetto. Tuttavia, è molto più tranquillo nei grandi club in Spagna e in Italia.

Il doppio agente Andrea Agnelli ha perso la faccia seria, ma per il momento non pensa di partire. La sua famiglia, i veri proprietari della Juventus, non ha voluto interferire. Juin Ultras ha appeso striscioni allo stadio nei giorni scorsi: “La nostra storia non deve essere sporcata, scambiata o commercializzata”. Tuttavia, l’artiglieria pesante contro Agnelli non era ancora stata portata fuori.

Zhangs, i cinesi proprietari dell’Inter, sono in gravi difficoltà finanziarie. Hanno beneficiato dei soldi extra della Super League, come capiscono alcuni sostenitori. AC. Il Milan ha condannato particolarmente l’ipocrisia Inversione a U Club.

De Gurwa Nord: “Il calcio era uno sport popolare fino all’inizio degli anni ’90. Dall’inizio della Champions League, il divario tra ricchi e poveri si è solo ampliato. La Super League è l’ultimo sporco passo di un processo che va avanti da anni. Ora che hai perso i soldi, può combattere tra di voi. Ma non parlare più dei fan. Maiali! ”

L’opposizione a una Super League è stata comunque bassa in Spagna. Bisogna fare problemi finanziari, ma in qualche modo legati alla cultura calcistica, dove i tifosi sono più rumorosi dell’Inghilterra. L’immagine di Florentino Perez ne risente, ma i tifosi non erano ancora pronti a prendere in giro l’imprenditore (con feroce opposizione), come accaduto con Bartomeu all’inizio di questa stagione a Barcellona. #FlorentinoDimision è ormai un fenomeno marginale.

READ  Evacuazione per le vacanze: molestie a causa di alluvioni, ma soprattutto ingorghi in Svizzera e in Italia