QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Non dobbiamo dimenticare le nostre qualità”: Quinn Castells guarda con fiducia alla Francia

“Non dobbiamo dimenticare le nostre qualità”: Quinn Castells guarda con fiducia alla Francia

Senza il nostro numero 1 nazionale, i Diavoli potrebbero aver già fatto le valigie dopo l’Ucraina. Quinn Casteels ha parato decisivamente su un calcio d’angolo diretto di Malinowski nell’ultima partita del girone ed è stato decisivo anche contro la Romania. “Mi sento molto bene”, dice il portiere Robin van Gucht prima degli ottavi di finale di domani contro la Francia.

E se Quinn Castles è soddisfatto della sua nuova situazione con i Red Devils.

“Quando giochi in un grande torneo, ti senti molto bene”, dice Casteels, che è dietro il bancone in assenza di Thibaut Courtois.

Non è noto se Casteels sia il miglior giocatore belga in questo torneo. “È difficile dire cose del genere – ha ammesso Casteels – In campo ci sono 11 persone e tra i pali c’è sempre un portiere. Magari c’è un altro portiere che ha fatto un buon lavoro”.

Casteels comprende le critiche, ma coglie anche gli aspetti positivi della fase a gironi. “Abbiamo avuto molte occasioni nelle prime due partite. Sappiamo che l’efficienza deve migliorare. Ma questo dominio è già molto importante”.

“Contro l’Ucraina abbiamo giocato molto lentamente e non siamo riusciti a trovare una soluzione al blocco di coesione. Poi abbiamo creato meno di quanto abbiamo fatto contro la Slovacchia o la Romania”.

Mentre il compagno Devil Timothy Castagne ha parlato dello 0-0 contro la Francia, il numero 1 ha un’opinione diversa.

Non scaveremo.

Castelli di Quinn

“Sicuramente non andremo più in profondità”, dice fermamente Castells. “Può succedere, certo, che sarai sotto pressione per un po’, ma non partiamo da una posizione difensiva, perché prima o poi verremo colpiti duramente”.

READ  Arnar Vidarsson: "La trilogia di Unwacho è stata la tripletta più brutta di tutti i tempi" | tempo extra

Dobbiamo certamente rispettare la Francia, ma non dobbiamo dimenticare anche le nostre qualità”.

Non è un segreto per il Paese che la partita dovrebbe essere migliore di quella contro l’Ucraina. Anche Castiels lo sa. Ma vede anche che la Francia non è al meglio, ma ha molte qualità individuali.

“Sta a noi giocare meglio che contro l’Ucraina. È molto difficile prevedere esattamente come andrà la partita. Dipende da tanti fattori: il livello di oggi, il gol all’inizio…”.

Attaccare l’immaturità dei francesi

I francesi hanno ancora problemi a segnare. In 3 partite non ha segnato un solo gol su azione. C’è stato un autogol contro l’Austria e il gol di Mbappe su rigore contro la Polonia. Qualcosa che preoccupa Castiels?

“Ciò indica che non hanno vinto tutte le partite 3-0 e non sono convincenti. Potrebbe cambiare improvvisamente in una partita. Speriamo non sia contro di noi, perché hanno tanti giocatori che possono fare la differenza”. Fare.”

Imparentato: