QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Notizie da Berkelland » Novembre è il mese dell’epilessia

Dalla redazione il 07-11-2022


BIRKLAND – La prima settimana di novembre sta volgendo al termine. Ma tutto il mese di novembre è il mese dell’epilessia. Il mese di sensibilizzazione all’epilessia di novembre è il nome ufficiale. Un mese intero per dare più attenzione e consapevolezza dell’epilessia e delle sue conseguenze.

L’esperto esperto dice
È chiaro che l’epilessia ha un impatto sulla vita del paziente, ma qual è il suo impatto sull’ambiente? Cosa succede se il bambino ha l’epilessia? Uno degli esperti spiega: “Avere un figlio con l’epilessia ha un enorme impatto sul bambino stesso, ma anche su tutta la famiglia. La spensieratezza è andata, sempre con la paura che l'”epi mostro” alzi la testa, assicurati sempre che i farmaci d’urgenza è con te. Ma anche un malinteso Il tuo ambiente L’epilessia è molto più di quella che tutti pensano sia una “malattia che cade”, ci sono molti tipi di epilessia. Colpisce anche la vita sociale di molti genitori; all’inizio non abbiamo più una vita. Non ti fidi di nessuno con tuo figlio, vuoi esserci da solo. Inoltre, nessuno ha osato prendersi cura di mio figlio per molto tempo a causa della costante minaccia di attacchi. Ma i fratelli dovrebbero anche prendere in considerazione dell’epilessia di suo fratello o sua sorella. A causa dell’epilessia, mia figlia ha bisogno di una supervisione 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per poter intervenire tempestivamente durante le convulsioni per prevenire lesioni gravi. E 24 ore su 24, 7 giorni su 7 è davvero 24 ore su 24, 7 giorni su 7. notte, durante le vacanze, non essere in grado di svolgere un compito velocemente, o portare a spasso il cane, o incontrare amici, o pranzare spontaneamente, ecc. Con…con tanto amore ovviamente.. ..

READ  Migliaia di casi di cancro della pelle persi a causa del blocco

Che cos’è esattamente l’epilessia?
L’epilessia è una condizione in cui si verificano convulsioni. Queste convulsioni sono causate da un’interruzione improvvisa e temporanea nella trasmissione degli impulsi elettrici nel cervello. L’epilessia ha diverse forme e anche diversi tipi di convulsioni. Inoltre, ha varie cause che possono causare l’epilessia. A volte si verificano convulsioni anche a causa della mancanza di sonno, febbre o malattie acute, come meningite o ipoglicemia. L’epilessia si verifica solo quando si hanno convulsioni regolari causate da un “cortocircuito” nel cervello.

Che aspetto ha l’attacco?
Il tipo e la quantità di attacco varia da persona a persona. Alcune persone cadono a terra durante un attacco con tremori alle braccia e alle gambe. Altre persone avvertono uno strano formicolio, sentono strani rumori o semplicemente fissano davanti a sé per un breve periodo di tempo.

tipo di epilessia
Solo una storia tecnica, ma ci sono all’incirca due tipi di attacchi: attacco focale e attacco generalizzato. In una crisi focale, c’è un’attività epilettica in una parte del cervello. Il resto del cervello funziona normalmente in quel momento. Nelle convulsioni generalizzate, l’attività epilettica è in più parti del cervello.

Tipi di convulsioni
L’epilessia appare in molti modi diversi. Qualcuno potrebbe anche sentire l’odore di qualcosa di strano, essere assente per un po’ o mostrare un comportamento diverso. Ciò che accade dipende da dove ha avuto origine la crisi nel cervello e da come si diffonde l’attività convulsiva. La crisi più comune e più comune negli adulti è una crisi tonico-clonica: questa crisi inizia con rigidità muscolare, quindi i muscoli si irrigidiscono e iniziano gradualmente a tremare nelle braccia e nelle gambe. Un altro attacco è un attacco tonico. Questo è molto simile all’attacco sopra, tranne per il fatto che il corpo non è scioccato. Durante questo attacco, la persona sarà solo rigida. In un attacco tonico, la porzione tonica (rigidità muscolare) non si verifica. Qui, qualcuno inizia immediatamente a scioccare. Le crisi focali sono difficili da riconoscere e possono presentarsi in molte forme diverse. I sintomi variano notevolmente e una persona non ne è sempre consapevole. Quando non ci sono convulsioni, il cervello di una persona con epilessia di solito funziona come il cervello di chiunque altro. Quindi non c’è nulla da notare su di lui o lei

READ  I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie riportano altri 46 decessi per COVID-19 in Oklahoma; Sono stati aggiunti più di 1400 nuovi casi

le ragioni
L’epilessia ha molte cause, ma in circa il cinquanta per cento dei casi non c’è (ancora) una causa chiara. Ma in alcuni pazienti affetti da epilessia, la causa è legata all’età oa un difetto genetico nel materiale genetico. Inoltre, possono esserci anche cause strutturali. Le cause strutturali sono disturbi della predisposizione o cosiddette malformazioni acquisite. Un disturbo di predisposizione è, ad esempio, un disturbo della corteccia cerebrale che si manifesta durante la gravidanza. Ad esempio, un’anomalia acquisita può essere un’anomalia causata da un virus, un incidente cerebrale, un ictus o una mancanza di ossigeno alla nascita. Inoltre, la causa può essere anche un disturbo metabolico, un disturbo immunitario o un tumore al cervello.

Cosa puoi fare per l’epilessia?
Esistono diverse opzioni per il trattamento dell’epilessia: ad esempio, esiste un farmaco che può aiutare. Questi farmaci rendono le cellule cerebrali meno sensibili agli stimoli. In alcuni casi, anche la chirurgia cerebrale può aiutare. Dal 50% all’80% dei pazienti non ha convulsioni dopo questa procedura. Inoltre, una grande percentuale di pazienti può ridurre (completamente) il farmaco. Quando i farmaci non aiutano o causano molti effetti collaterali, alcuni pazienti traggono grandi benefici anche dalla dieta chetogenica (non provarlo mai tu stesso e lascia che un esperto ti guidi).

Cosa puoi fare da solo?
Oltre a prendere farmaci e possibilmente ad adeguare la tua dieta, puoi anche assicurarti di non dormire poco e cercare di evitare lo stress il più possibile. Tieni presente che i fattori scatenanti possono variare a seconda del tipo di epilessia e di ogni persona.

Ricerca
A seconda che una persona continui ad avere convulsioni su base regolare, l’epilessia può certamente influenzare la vita quotidiana del paziente e l’ambiente circostante.
Anche le prospettive variano notevolmente con le diverse epilessie, nella maggior parte dei casi l’epilessia può essere facilmente trattata con farmaci o interventi chirurgici. Quando qualcuno ha ancora convulsioni su base regolare, ciò influenzerà alcune scelte di una persona, come l’istruzione, il lavoro e lo sport.

READ  Gli uomini che bevono e fumano sono attraenti

Molto è ancora sconosciuto sull’epilessia. È urgentemente necessaria una maggiore ricerca scientifica per acquisire maggiori conoscenze sull’epilessia e migliorare le opzioni di trattamento. Il Brain Center fa molte ricerche sull’epilessia difficile da trattare. Specialisti di diversi dipartimenti lavorano insieme su questo. Traduciamo i risultati nella cura del paziente il più rapidamente possibile.

Per ulteriori informazioni, vai a www.umcutrecht.nl E il www.epilessia.nl

Scritto da Stephanie Kruzinga