QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Olio di CBD per adulti e bambini con esperienze e impatti di ADHD

L’ADHD (più comunemente noto come ADHD) è caratterizzato da una piccola anomalia in alcune parti del cervello. Di conseguenza, i segnali nel cervello vengono inviati in modo errato, ricevuti in modo inefficace o non ricevuti affatto. Di conseguenza, le persone con ADHD rispondono più rapidamente agli impulsi. Ciò potrebbe causare problemi con la messa a fuoco. Altri sintomi comuni includono dimenticanza, noia, perdita di cose e abbandono. Come agente attivo, il CBD (cannabidiolo) può offrire una soluzione.

Il ruolo dell’olio di cannabidiolo nell’ADHD e in altri disturbi della concentrazione

L’olio di CBD può essere utilizzato in tutti i modi Svolge un ruolo nel trattamento dell’ADHD. Il motivo principale per cui il CBD è così benefico è che riduce l’assorbimento di impulsi e stimoli. Spesso questi impulsi fanno sì che le persone con ADHD si distraggano facilmente o non completino le attività. Riducendo questa sensibilità agli stimoli, sia gli anziani che i bambini possono concentrarsi meglio. Questa maggiore capacità di concentrazione garantisce che le attività possano essere completate, che si verifichi meno disattenzione e che la noia colpisca meno rapidamente.

Inoltre, l’olio è una soluzione all’insonnia di cui spesso soffrono le persone con ADHD. In questo caso, il principio attivo CBD può diluire i recettori degli stimoli. Di conseguenza, il paziente con ADHD riceverà meno stimoli la sera, in modo che possa anche addormentarsi prima.

Infine, il CBD può fornire sollievo nel superare le disuguaglianze tra i livelli di cortisolo e dopamina. I sintomi del cortisolo basso includono rilassamento muscolare e affaticamento. Quindi, quando il livello di cortisolo è troppo alto, accadrà il contrario. Quindi c’è un eccesso di potere. Inoltre, un livello di dopamina inferiore significa che c’è meno attesa, meno senso delle cose o anche più sbalzi d’umore. Combina questi due fattori e otterrai i sintomi dell’ADHD. L’olio di CBD può garantire il ripristino dello squilibrio tra entrambi gli ormoni.

Uso e beneficio del cannabidiolo contro l’ADHD

Le gocce d’olio si prendono per via orale mettendole sotto la lingua. I prodotti CBD possono anche essere consumati tramite ghiaccioli, orsetti gommosi, creme spalmabili e persino sigarette elettroniche / liquidi elettronici. La mucosa orale impiega da 30 secondi a un minuto intero per assorbire le gocce di CBD. Quando questo lasso di tempo è trascorso, il liquido può essere ingerito.

READ  I processi che circondano la formazione di nuovi vasi sanguigni

In primo luogo, vale la pena prendere in considerazione la densità del prodotto. La concentrazione di CBD in un prodotto può variare dal 2,5% al ​​30%. Questo ovviamente influisce anche sulla quantità di gocce prese. La sperimentazione dell’utente è necessaria per determinare il dosaggio corretto.

Il periodo di tempo influisce anche sull’effetto texture. Ad esempio, è stato riferito che le persone che assumono il prodotto al mattino hanno maggiore concentrazione e produttività, mentre i pazienti che lo assumono la sera diventano più assonnati. Anche qui la sperimentazione è il motto.

Esperienze e ricerche su olio di CBD e ADHD

Esperienze di olio di CBD con l’ADHD Può essere visto solo da un punto di vista pratico. I vari studi condotti non hanno prodotto un risultato inequivocabile. In questo caso, la dimensione del gruppo è troppo piccola per giungere a una conclusione.

Quando si tratta di esperienza e prove scientifiche, un gruppo di scienziati britannici di King Il college e altre istituzioni scientifiche ed educative hanno condotto un esperimento a cui hanno partecipato 30 volontari. I ricercatori riportano dati preliminari che supportano l’uso di cannabis contro l’ADHD.

Olio di CBD in un bambino con ADHD: effetto

Con l’olio di CBD e un bambino con ADHD, va sottolineato che il consumo di olio di CBD è completamente sicuro anche negli adulti. La ragione di ciò è che il prodotto contiene sostanze corporee. Quindi il corpo è consapevole di queste sostanze, il che le rende in grado di assorbirle facilmente. Inoltre, l’olio di CBD non ha un effetto psicoattivo. Raramente è THC o THC, quindi l’allucinazione non è uno degli effetti collaterali. In altre parole, il bambino non può essere lapidato o cresciuto. Tuttavia, vale la pena notare che la consultazione di uno specialista ha senso.

Un segno positivo è che l’olio di CBD può generalmente essere utilizzato idealmente insieme ai tuoi farmaci attuali. Tuttavia, ci sono due commenti che dovrebbero essere fatti. Prima di tutto, l’olio di CBD dovrebbe provenire da un venditore rispettabile. Inoltre, dovrebbe sempre essere discusso in consultazione con un medico se i trattamenti attuali e l’olio di CBD vanno insieme. Quindi la coerenza tra i due farmaci deve essere controllata da un medico prima di assumere le gocce di CBD.