QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Oltre il 6% degli adulti infetti in Gran Bretagna subisce le conseguenze a lungo termine dell’infezione con il virus Corona.

Più del 6% degli adulti infetti in Gran Bretagna subisce le conseguenze a lungo termine dell’infezione da coronavirus. Riguarda un totale di 3,2 milioni di persone che soffrono del “coronavirus a lungo termine”.




Sei intervistati su dieci che hanno riportato lamentele di vecchia data hanno affermato che la malattia è dannosa per la loro salute generale. Di conseguenza, la metà di loro ha avuto difficoltà a lavorare, secondo una ricerca del British Statistics Office (ONS).

Secondo l’ONS, sempre più persone con coronavirus a lungo termine stanno segnalando effetti negativi. Da notare: questo fenomeno è più diffuso nei quartieri svantaggiati. L’età sembra essere un altro fattore importante: le persone sotto i 50 anni hanno maggiori probabilità di avere effetti duraturi dopo aver contratto il coronavirus. Si prevede inoltre che un numero maggiore di giovani danneggerà la percentuale della popolazione che non è completamente immunizzata contro il virus.

Avvertimento da 120 scienziati

Tuttavia, sono necessari più dati per determinare fino a che punto l’età, il sesso o la disabilità giocano un ruolo. Inoltre, attende ancora una definizione generalmente accettata di “Covid lungo”. All’inizio di questa settimana è stato lanciato uno studio per sviluppare nuovi strumenti diagnostici e terapeutici.

Più di 120 scienziati hanno avvertito che una generazione corre il rischio di rimanere indietro con problemi di salute e disabilità croniche. Sembra che “queste conseguenze personali ed economiche si faranno sentire per i decenni a venire”.

Leggi anche: Perché il numero crescente di corona non può più essere paragonato alle ondate precedenti: “Solo il 2% di tutti i contagiati finisce in ospedale” (+)

READ  Il governatore di New York Cuomo "ha aggredito sessualmente diverse donne...