QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

ONG pubblica foto di torture e stupri nelle carceri russe | All’estero

Un’importante ONG russa, Gulagu.net, afferma di aver ricevuto migliaia di video trapelati che mostrano detenuti picchiati, torturati e persino stuprati dalle guardie in varie carceri in tutto il paese. Le autorità russe hanno ora avviato un’indagine sulle foto.




Questa è una fuga di notizie senza precedenti che causerà molto terrore in tutto il paese. In totale, abbiamo più di 40 gigabyte di immagini video che mostrano la tortura”, ha detto Vladimir Usishkin, fondatore dell’ONG. Una delle foto mostra un uomo ammanettato e messo ai piedi in un letto mentre viene violentato con un lungo pene. Un altro uomo tiene un fazzoletto. davanti al viso della vittima durante il delitto per attutire le sue urla.

Secondo l’ONG che ha distribuito il filmato tramite Telegram, il video è stato girato il 18 febbraio 2020 in un dispensario nella prigione di Saratov, nella Russia centrale. L’organizzazione afferma di avere più di 1.000 altri video orribili in suo possesso. Si dice che le foto provengano da un ex detenuto che si trovava a Saratov. “Abbiamo in programma di pubblicare le foto in cambio nelle prossime settimane”, ha detto Usishkin. Il russo ha fondato Gulagu.net nel 2011 per denunciare gli abusi contro i detenuti nel paese.

Gli scandali della tortura non sono rari

Le autorità russe avevano annunciato in precedenza di aver inviato alcuni inquirenti a Saratov per verificare “l’autenticità dei filmati” e aprire un’inchiesta sui fatti. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che se le foto si dimostrassero originali sarebbero iniziate misure serie.

READ  ricerche in Austria per tedeschi (54) e olandesi (19) scomparsi scomparsi dagli schermi radar una settimana fa | all'estero


Citazione

La tortura nelle carceri russe è un grave problema. Il governo non sta facendo abbastanza per condurre indagini efficaci.

Tania Lukshina, Human Rights Watch

In Russia vengono regolarmente segnalati scandali di tortura, corruzione di guardie carcerarie e misfatti tra i detenuti. “Le autorità russe sono ipocrite e fanno tutto ciò che è in loro potere per liberarsi delle loro responsabilità nei confronti di queste fabbriche di tortura”, ha detto Usishkin. “La tortura nelle carceri russe è un problema grave e il governo non sta facendo abbastanza per condurre un’indagine efficace”, ha affermato Tanya Lukshina di Human Rights Watch.


Leggi anche.

‘Con uno strano uomo in macchina, vorrei non essere rapito’: studente americano trovato ucciso in Russia dopo un fastidioso sms

Navalny avvia una nuova causa sul sistema carcerario