QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

OPEC: La domanda di petrolio è meno forte a causa della debolezza dell’economia globale | Economia

La crescita della domanda globale di petrolio quest’anno sarà più lenta di quanto si pensasse in precedenza, poiché l’economia globale si indebolisce a causa della guerra in Ucraina. È quanto scrive il cartello petrolifero dell’OPEC nel suo rapporto mensile. Anche l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) ha rivisto le previsioni al ribasso per la crescita economica globale.

L’OPEC ora prevede che la domanda di petrolio crescerà di 3,7 milioni di barili (159 litri) al giorno quest’anno. Si tratta di mezzo milione di barili al giorno in meno rispetto alle previsioni precedenti. Per l’intero 2022, la domanda totale di petrolio dovrebbe essere in media di 100,5 milioni di barili al giorno, secondo l’Organizzazione dei principali paesi esportatori di petrolio.

L’organizzazione prevede che l’economia globale crescerà del 3,9 per cento quest’anno. In precedenza, ci si aspettava che fosse del 4,2%. L’OPEC non esclude che questa crescita sarà più debole. Secondo l’organizzazione, l’elevata inflazione dovuta al forte aumento dei prezzi dell’energia sta causando venti contrari per l’economia. Per la Russia, l’OPEC sta assistendo a una recessione economica.

Inoltre, la domanda di petrolio in Cina potrebbe essere messa sotto pressione a causa delle misure di blocco contro il virus Corona. Pertanto, è improbabile che l’OPEC abbia fretta di aumentare la produzione in modo più aggressivo per contrastare l’aumento dei prezzi del petrolio. L’OPEC e i suoi alleati, inclusa la Russia, stanno aumentando gradualmente la produzione ogni mese. I paesi occidentali hanno chiesto all’OPEC + di pompare più petrolio, ma questo non è stato ascoltato.