QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Opel amplia l’autonomia dell’auto elettrica Mokka a 406 chilometri – immagine e suono – Notizie

Penso che questo argomento non regga più! Riempio l’auto una volta alla settimana per 5 minuti, non 5-7 volte a settimana per 30 minuti (nel caso di un caricabatterie rapido) o 5-7×10-14 ore con un caricabatterie domestico di notte.

Quello che dici qui è molto strano, ovviamente guidi circa 1000 km a settimana se devi fare rifornimento solo una volta alla settimana (quindi guidi diesel con serbatoio grande, il mio serbatoio precedente era solo 550 km).

Non è corretto ricaricare 5-7 volte a settimana per 30 minuti per 1000 km o ricaricare a casa per 14 ore.

Con la ricarica 5x, devi solo fare 200 km per sessione di ricarica. Il mio vecchio EV lo fa in 5 ore su un palco o in 20 minuti con un caricabatterie veloce. L’ultima generazione di veicoli elettrici (Ioniq5 o EV6) può riempire questa gamma in meno di 5 minuti.

Alla fine, in pratica, si riduce a un massimo di 2x 3x consegne a settimana (soprattutto se puoi farlo a casa!), invece di correre a una stazione di servizio e fare rifornimento lì per 5 minuti. Non hai più una discussione in termini di risparmio di tempo.

Dovrebbero essere accettati anche gli scenari in cui torno a casa la sera o dimentico di lasciare l’auto e posso continuare a guidarla il giorno successivo senza preoccupazioni.

I veicoli elettrici sono sempre stati in grado di effettuare più di un viaggio per carica della batteria.

Trovo ancora molto fastidioso cercare immediatamente un cavo ovunque parcheggio, ed è esattamente la stessa sensazione quando il tuo telefono è all’1% -5% e hai fretta di trovare un caricabatterie.

Non guiderai un’auto elettrica con un’autonomia di 400 km come questa Opel dall’articolo al 5% di vuoto ogni giorno. E se è così, appartieni all’1-2% dei Paesi Bassi che possono ancora guidare tranquillamente a benzina.

READ  Salmonella scoperta nella più grande fabbrica di cioccolato del mondo: Callebaut interrompe la produzione a Wiese (Libeke)