QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Operazione Arco: Belvius trasforma il “Grande Inganno” in legna da ardere

L’avvocato di Belvius accusa Deminor di essere colpevole di frode nel caso Arco.

Dominic Blumert ha tirato fuori una serie di argomenti per dimostrare che Belvius Bank non era colpevole del presunto “grande inganno” che ha avuto luogo per un periodo di 30-40 anni.

Blumert ha criticato l’onere della prova portato da Deminor, che accusa a nome di 2.172 collaboratori. Secondo Blumert, il fatto che nell’ottobre 2020 sia stato presentato un sondaggio a sorpresa, in cui le cooperative sono state interrogate sulle circostanze in cui hanno acquistato le azioni Arcobar, ha stravolto le cose. “Saranno convocati nel 2014 e nel 2020 verificheranno con i propri tifosi cosa è successo davvero in quel momento?”

Secondo l’avvocato di Belvius, anche il modo in cui le azioni sono state vendute è visto attraverso gli occhiali sbagliati. Le persone lavorano con le conoscenze acquisite allora e si affidano a normative che all’epoca non esistevano. I fatti devono essere collocati nel contesto che era applicabile al momento. Regole rigorose per gli investimenti (Mifid) che solo i fornitori di prodotti finanziari devono rispettare a partire dal 2004.’

Blommaert vede lo stesso problema con l’accusa di nascondere il rischio di investimento. Nessuna banca è mai stata vista come un investimento rischioso all’epoca. Nessuno si aspettava la crisi finanziaria del 2008.

crisi finanziaria

L’avvocato di Belvius ha anche pubblicato una serie di articoli da un giornale finanziario in cui le azioni cooperative sono state regolarmente descritte come sicure e finanziariamente interessanti. Secondo Blommaert, questa è una guida su come venivano valutate le azioni in quel momento. Il pensiero è cambiato solo dopo la crisi finanziaria.

READ  Le autorità locali ribelli hanno esercitato la massima pressione sulle consultazioni ...

L’avvocato ha anche criticato l’argomento secondo cui la Bacob Bank di Chicago in quel momento stava facendo un investimento rischioso. Quota di minoranza nella controllata Benelux che è stata venduta con profitto nel 1996. Chi è fuorviante da qui?

Un altro problema, secondo l’avvocato di Belvius, era che la banca era solo un intermediario. Gran parte delle prove di Deminor si riferiscono ai documenti di Arco. Deminor fornirà alcuni documenti che dimostrano che Belfius ha scritto per i clienti stessi.

cooperative

Secondo Blumert, i 2.172 ricorrenti non sono un gruppo omogeneo, ma un gruppo eterogeneo di ricorrenti intervenuti in tempi diversi. Ciò significa, secondo l’avvocato Beno Allt Allemeersch, che rappresenta anche Belfius, che il rilascio della prescrizione deve essere considerato separatamente per ciascun collaboratore. Allo stesso modo, ogni collaboratore deve dichiarare separatamente quando e come è stato ingannato. Quindi il tribunale dovrà decidere se queste informazioni sono decisive per prendere una decisione di investimento. Più tardi oggi, lo stato belga si difenderà.