QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ordine Figli e Figlie d’Italia negli Stati Uniti festeggiano 41 anni di condivisione e miglioramento del patrimonio | Notizie-stampa

Celebrando 41 anni nell’ultimo mese, il capitolo locale dell’Ordine Figli e Figlie d’Italia negli Stati Uniti ha trascorso più di quattro decenni condividendo e promuovendo il proprio patrimonio e cultura.

“È una domenica come questa. Pioveva”, ha detto Bob Risso, uno dei soci fondatori originali. “Abbiamo incontrato un presidente dello stato che è venuto da Morgantown nel 1980 e ci ha organizzato per rimanere a casa loro a St. Jose dal vecchio ufficio del consiglio. Da allora abbiamo cercato di perseguirlo. Finora molto bene. “

Il gruppo ora si incontra ogni mese al Kings in Spring Mills per socializzare e incontrare attivamente il gruppo. Il gruppo invia una newsletter ogni mese, facendo donazioni a enti di beneficenza e borse di studio poiché opera come organizzazione senza scopo di lucro e ospita eventi di danza notturna estivi, natalizi e del Columbus Day annuali in orari normali.

Ha lo scopo di preservare e riunire il patrimonio italiano, che ha contribuito a promuovere il capitolo locale.

“Conoscevo il sistema ed è iniziato con un annuncio sul Martinsburg Journal”, ha detto Rizo. “Siamo stati in grado di ottenere un numero sufficiente di membri. A quel tempo, dovevi fondare almeno 15 membri. Non c’erano Figli d’Italia in questa zona. Avevamo molte persone che si trasferivano da posti come New York, Maryland, Virginia, Pennsylvania, New Jersey. Non esiste una base di partenza e molti di loro sono cresciuti nelle città “.

L’Organizzazione Nazionale è stata fondata nel 1905 come un modo per aiutare gli immigrati italiani che vengono negli Stati Uniti a iniziare la loro vita in un nuovo paese.

“Hanno bisogno di un lavoro per aiutare i nuovi immigrati che all’epoca non conoscono l’obiettivo, la lingua e le abitudini”, ha detto il funzionario Anna Siamba. “Erano lì per aiutarli. In effetti, un medico immigrato siciliano di nome Vincent Cellaro ha avviato l’intera idea e poi si è diffusa un po ‘a livello nazionale”.

READ  Frederick Wildman & Sons lancia l'esperienza di realtà aumentata per i marchi di vini pregiati italiani

L’attenzione si è spostata oggi sul gruppo, con il capitolo locale che ha costantemente una forte presenza e membri, consentendo alla cultura e al patrimonio dell’Italia di prevalere. Gli italoamericani sono uno dei più grandi gruppi etnici del paese.

“Questa è la nostra forte convinzione nel nostro ricco patrimonio”, ha detto Siamba. “Abbiamo una tradizione incredibilmente ricca che pochi conoscono. Gli italiani hanno dato tanto per il miglioramento dell’umanità nel mondo. Qualche anno fa, durante uno dei nostri balli notturni, ho parlato delle nostre scoperte e dei contributi che gli italiani hanno dato. . “

Da orologi e corsi d’acqua a strade e medicine e molti altri hanno radici e influenza dalla cultura italiana. Il team leader Victor Triolo ha affermato che il veicolo Tesla ha radici in Italia e collega la diversità del paese con una vasta gamma di specializzazioni.

Mantenere il primo stato d’animo della famiglia è un obiettivo chiave del club, poiché i membri che ricordano i giorni in cui le famiglie erano vicine l’una all’altra e le generazioni che si trasferivano per lavoro si allontanano dallo stato d’animo.

“Il punto focale di questa organizzazione o dell’italiano ruota intorno a quella parola: famiglia. Tutto è famiglia”, ha detto Risso. “Ero l’ultimo degli 11, la famiglia era sottolineata. Non te lo dirò tutti i giorni, ma potrebbe essere ogni giorno. Tutto era incentrato sulla famiglia e poi sulla chiesa. Se succede qualcosa a un fratello, il telefono squillerà. Ovunque si trovino, verranno in aiuto. “

Siamba ha portato questo compito un po ‘oltre, pensando a quelle tradizioni amorevoli che si trovano nella cultura portata negli Stati Uniti.

READ  Il ministro italiano incontra il nuovo governo libico di Tripoli Notizie dal mondo

“Preservare la tradizione, le tradizioni e preservarle”, ha detto. “Questa è davvero la nostra missione: continuare a coltivare la nostra cultura. Guarda la ricchezza delle arti. Vai a Roma, vai in tutta Italia, cosa è successo lì. Prima gli Etruschi, i primi italiani: Lo sapevi che hanno inventato i denti? Contribuito. Le acque che hanno costruito, sono ancora in piedi.

“Le cene domenicali erano cene che ci tenevano insieme come parte di una tradizione. Little Italy era in molte città degli Stati Uniti, e ora non c’è più. Quello è il centro. Messa domenicale, vai al caffè più tardi. Quelle tradizioni erano portato qui, e questo è un grosso problema. Nasceva davvero dall’orgoglio che abbiamo nel nostro patrimonio, rendendone conto della sua ricchezza, volendo conservarlo e tramandarlo, educando chi gli sta intorno. La gente conosce gli italiani per le salse, le polpette, la pizza. Oh, c’è molto di più di questo. “

Ha notato le dimensioni del paese, l’Italia ha 5.000 miglia di costa ed è abbastanza piccola da stare nello stato dell’Arizona, pur avendo anche 20 regioni distinte, ciascuna con le proprie caratteristiche.

“È un piccolo paese, guarda la potente influenza che ha avuto sul mondo”, ha detto Siamba. “L’Italia è una delle mete turistiche più visitate d’Europa. Le persone non sono più sui tuoi percorsi comuni. Vanno nei piccoli paesi e ne apprezzano la ricchezza e la semplicità. “

Poiché gli immigrati dall’inizio del secolo hanno portato la loro eredità negli Stati Uniti, ha fornito l’opportunità di condividere quel legame a livello locale. Triolo si riferiva a famiglie locali note e rispettate e agli Arsenis di origine italiana, Cichrichis, il giudice David Camilletti e molti altri. Dalla ricchezza di queste conoscenze ed esperienze, il club spesso trae relatori che possono condividere ciò che la loro cultura significa per loro.

READ  L'edificio del ristorante italiano di Toronto è stato venduto a Lupac

“La maggior parte dei nostri relatori sono medici, avvocati, insegnanti, educatori, alcuni uomini d’affari, gente del posto come Lorenzetis”, ha detto Triolo. “La maggior parte delle nostre persone su entrambi i lati del Bodomac sono state persone di grande successo. Tornano in molti modi. Siamo molto fortunati ad avere un’organizzazione a causa della nostra eredità.

“È interessante vedere quando le generazioni lo hanno iniziato. Ora, vedete altre generazioni. Penso che potremmo essere l’ultima generazione con più input. Speriamo che la nostra prossima generazione progredisca, ma no.”

Il gruppo è aperto a chiunque sia di origini italiane a partecipare ai Frederick Districts a East Funhand, Washington e Maryland, e nei vicini distretti Virginia e Pennsylvania. È aperto a persone di lingua non italiana e ammiratori della cultura, che cercano di imparare e divertirsi di più.

Per ulteriori informazioni, contattare Siamba al 681-242-3116 o Triolo al 304-676-2950.