QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Panico in Italia: Asuri cerca frettolosamente un attaccante da gol

L’Italia ha bisogno di tre punti contro e contro l’Irlanda del Nord stasera per assicurarsi un posto nella prossima Coppa del Mondo. Ma chi consegnerà gli obiettivi?

Oggi, se passeggi per le gallerie torinesi o in Piazza San Marco a Venezia, li trovi ancora ovunque: i manifesti della squadra italiana che quest’estate è diventata campione d’Europa. Da nessuna parte si vede il grande shock che è arrivato quando l’Assiria è stata eliminata nella partita di qualificazione contro la Svezia quattro anni fa e non è stata autorizzata ad andare ai Mondiali.

Oggi, se passeggi per le gallerie torinesi o in Piazza San Marco a Venezia, li trovi ancora ovunque: i manifesti della squadra italiana che quest’estate è diventata campione d’Europa. Da nessuna parte si vede il grande shock che è arrivato quando l’Assiria è stata eliminata nella partita di qualificazione contro la Svezia quattro anni fa e non è stata autorizzata ad andare ai Mondiali. Oggi a de Lars sono di nuovo attenti a quest’ultima situazione. Supponiamo che stasera la nazionale non vinca contro l’Irlanda del Nord e la Svizzera perda tutta la casa contro la Bulgaria, poi gli italiani devono fare una raffica con undici nazioni, di cui solo tre continuano. Gli italiani stanno già guardando la tempesta in arrivo. Comunque, non ci siamo ancora. Batti l’Irlanda del Nord, va tutto bene. Ma questo fine settimana sulla stampa italiana è emersa la domanda su chi dovrebbe consegnare gli obiettivi. Gli Azzurri hanno un problema a segnare: nelle ultime 13 partite l’Italia ha segnato ‘solo’ 26 volte, di cui 6 da punta profonda 9. Ma con la Nazionale ha segnato 15 gol in 54 partite internazionali e non è così preciso. È troppo piccolo per un capolavoro come l’Italia. Ma ora non c’è immobile per infortunio al polpaccio e altri attaccanti devono occuparsene. Il primo sostituto è stato Andrea Bellotti, ma non è stato lui la macchina da gol della Nazionale. L’attaccante del Torino ha segnato 14 gol in 40 presenze con la nazionale, ma il suo ultimo gol è stato contro il San Marino a maggio di quest’anno. È apparso in quasi tutte le partite dei Campionati Europei, ma non è riuscito a segnare una volta. Sta già guardando attaccanti come Moise Keane, Giacomo Raspadori o Gianluca Skamaka, ma non fidatevi di loro, perché l’immobile è infortunato e manca un Peloti in forma. I giornali italiani abbondano. E poi un falso nove? È decisamente atteso stasera con il piccolo Lorenzo in linea. ‘Un falso nove o un vero attaccante, che importa? Per me è una questione di umore”, ha detto il tecnico della nazionale Roberto Mancini. 2 vittorie su ben 7 giocatori di fila Può la squadra italiana sbarcare l’Irlanda del Nord stasera? Tuttavia, il paese ha il cuore puntato su di esso.

READ  La strada del cibo italiano diventa mobile | Notizie, sport, lavoro