QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Panoramica. Un terzo dei bambini ha ricevuto la prima vaccinazione: la provincia di Anversa è il paese leader nella vaccinazione per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni

La provincia di Anversa è uno dei migliori studenti della classe fiamminga quando si tratta di vaccinare i bambini. © Belgio

Anversa

Più di un terzo dei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni nella provincia di Anversa è stato vaccinato o prende appuntamento. Questo è chiaro dal sondaggio Giornale di Anversa in diverse aree di assistenza primaria. Tuttavia, ci sono differenze regionali.

(jas, ho, svds, jbr, kma, bar, fisp)

Circa 135.000 bambini nella provincia di Anversa di età compresa tra i 5 e gli 11 anni possono beneficiare della vaccinazione contro il coronavirus. Tutti hanno ricevuto un invito tranne una piccolissima minoranza. Più di un terzo dei bambini ha ricevuto la prima iniezione. Questo è chiaro dal sondaggio Giornale di Anversa nei distretti di assistenza primaria (ELZ).

Questo rende la provincia di Anversa uno dei migliori studenti della classe nelle Fiandre. Quasi tutti i bambini sono stati invitati anche lì (99,3%), ma al momento il tasso di vaccinazione è ancora al 17%.

(Vedi l’immagine sopra in grande formato qui)

“Ora siamo a circa il 40%, il che significa che la campagna di vaccinazione è andata bene”, afferma Sarah Verherstraeten di ELZ Baldemore (distretto di Balen-Dessel-Mol-Retie). “A differenza delle vaccinazioni per adulti e giovani a partire dai 12 anni, non suggeriamo data e ora in anticipo, ma i genitori possono programmare l’iniezione da soli: mercoledì pomeriggio o sabato. L’unico ostacolo è la cancellazione per infezione da corona o quarantena imposta .”

Lo annotano anche in ELZ Klein-Brabant. “Alcuni appuntamenti vengono ora cancellati a causa di infezioni e quarantena”, afferma Lynn Legon, responsabile del centro vaccinale Klein Brabant. “Queste persone indicano che vogliono venire più tardi. Di conseguenza, tutto cambia ora per alcune settimane”.

Quindi sembra che la variante omikron stia ritardando la campagna di vaccinazione per i bambini. Lo ha confermato anche Joris Munins, portavoce dell’Agenzia per la salute e il benessere. Nelle Fiandre, ci sono circa 32.000 appuntamenti passati. “Ma potrebbero esserci anche molti genitori che sono indecisi e quindi vogliono aspettare ancora un po’”, dice. “Abbiamo comunque tenuto conto del fatto che il tasso di vaccinazione sarebbe stato più basso in quella fascia di età. Abbiamo ritenuto che ci fossero più dubbi al riguardo”.

Piccolo boccone allo zoo di Anversa.

Piccolo boccone allo zoo di Anversa. © Belgio

Blocchi vaccinali MIS-C

Tuttavia, questi dubbi sembrano svanire. Questo è ciò di cui soffre Dan van Brusselen, un pediatra degli ospedali GZA. “Ovviamente, abbiamo più dubbi sui nostri figli di quanti ne abbiamo noi stessi”, dice van Brussellen. “Ma penso che nel frattempo siamo stati anche in grado di rimuoverne molti. Lo riteniamo in pratica. Abbiamo anche imparato molto nelle ultime settimane. Se i bambini vengono vaccinati, la trasmissione complessiva del virus diminuirà Lo sapevamo già, ma ora lo sappiamo”. Inoltre, la MIS-C, la sindrome che può verificarsi nei bambini dopo l’infezione da corona, può essere prevenuta con la vaccinazione. La possibilità di MIS-C è piccola, ma quando la vediamo è spesso pericoloso. Questa potrebbe comunque essere una motivazione aggiuntiva per vaccinare i bambini. Inoltre, abbiamo visto a New York che i bambini che ricevono il vaccino hanno fino al 70% in meno di probabilità di contrarre il virus. Questa percentuale è più alta negli ospedali. “

© EPA-EFE

READ  Un dipendente di Starbucks nel New Jersey è risultato positivo all'epatite A.