QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Paralimpiadi dalla A alla Z: 26 fatti da ricordare | Giochi per persone con bisogni speciali

Alle 13:00, ora belga, verrà dato il via al secondo grande evento internazionale dell’estate: i XVI Giochi Paralimpici. 26 informazioni in ordine alfabetico per il riscaldamento. Dal secondo più grande essere umano al mondo alla squadra di rifugiati alla “disgrazia di Sydney”.

un dall’Afghanistan. La conquista dell’Afghanistan da parte dei talebani ha causato caos e panico tra la popolazione. Ha avuto anche una grande influenza su Zakia Khoddadi (taekwondo) e Hossein Rasouli (atletica). Rappresenteranno l’Afghanistan alle Paralimpiadi, ma non possono lasciare il Paese a causa del sequestro dell’aereo per volare a Tokyo. Khaddadi è stata la prima donna a rappresentare il suo paese alle Paralimpiadi, ma il giorno prima della sua partenza, all’aeroporto di Kabul è scoppiato il caos.

NS dal Belgio. La delegazione belga è composta da 31 atleti paralimpici (e un atleta corpulento che pedala insieme a Griet Hoet, non vedente). Il Belgio punta ufficialmente a 10 medaglie, ma c’è una concreta possibilità che ce ne saranno di più. Bruno Vanhoef (pallone da porta) e Michel Georges (vestito) sono stati gli sbandieratori durante la cerimonia di apertura.

NS dalla Cina. Da Atene 2004, la Cina è il paese che ha vinto più medaglie d’oro a tutti i Giochi Paralimpici. Il raccolto a Rio è stato il più grande cinque anni fa con 107 pezzi. Quando si sono svolti i Giochi Paralimpici di Pechino 2008, la Cina ha vinto 89 medaglie d’oro, ma altrettanto importante, il paese ha prestato maggiore attenzione alle persone con disabilità dopo. È stata introdotta un’infrastruttura più adattabile. Ad esempio, sono stati installati ascensori e rampe sulla Grande Muraglia Cinese e l’infrastruttura è stata adattata anche ad attrazioni turistiche come la Città Proibita.

Dr Da Ballando con le stelle. La norvegese Birgit Skarsten ha ottenuto il primo posto quando è diventata la prima atleta donna in sedia a rotelle a partecipare al popolare programma Norwegian Dancing With the Stars (vedi video). Ha mostrato la sua versione di tango e rumba con apparente entusiasmo. E di certo non l’ha presa alla leggera. Alle Paralimpiadi, ha preso parte alla gara di canottaggio ed è una persona da guardare con impazienza. Recentemente ha vinto la medaglia d’oro ai Campionati Europei per atleti con disabilità. Ciò che lo rende ancora più impressionante è che Skarsten vuole partecipare anche ai Giochi Paralimpici Invernali di Pechino nel marzo del prossimo anno nello sci di fondo.


NS di Eli Symonds. Il 26enne nuotatore britannico è un altro atleta da non perdere a Tokyo. È diventata famosa quando ha vinto due medaglie d’oro ai Giochi Paralimpici quando aveva 13 anni. A Tokyo, cerca l’ottava medaglia ai Giochi Paralimpici.

READ  Il coronavirus tiene lontani i Jelly Jeans da triathlon dal (per ora) triathlon olimpico

F Da tifoso. Proprio come durante le Olimpiadi, purtroppo, durante le Paralimpiadi non sono ammessi tifosi. I casi di coronavirus in Giappone, molto indietro nel numero di vaccinazioni, stanno andando nella direzione sbagliata. L’unica eccezione sono gli scolari, che possono sedere sugli spalti come parte di un programma educativo.

NS dalla palla della porta. Uno degli sport in cui il Belgio avrà la possibilità in questi giochi è il calcio di rete. Il nome della squadra belga è Belgian Bulls. Nel calcio di porta, tutti i giocatori sono bendati. La palla contiene bolle in modo che i giocatori sentano dove si trova la palla. L’obiettivo è portare la palla nella porta avversaria. Per questo sport è meno importante che non permettere ai tifosi, perché non possono fare rumore durante la partita perché altrimenti i giocatori non sentirebbero la palla.

NS da Hoet. La delegazione belga è composta da 31 atleti paralimpici e da un forte allenatore, Anleen Monsieur. Monsieur è il compagno di ciclismo cieco di Griet Hoet. Sul loro tandem partecipano sia alla competizione in pista che su strada. Le aspettative per una medaglia sono alte, specialmente in un inseguimento in solitaria.

io di Ibrahim Hamatou. Le immagini del tennistavolo egiziano diffuse in tutto il mondo durante le Paralimpiadi di Rio. Hamato non ha armi, ma la resa non è nel suo dizionario. Gioca a ping pong con la racchetta in bocca e lanciando la palla con le punte dei piedi. Bisogna vederlo per crederci (vedi video).

dal Giappone. Il paese ospitante del torneo ha una popolazione di 126 milioni. Questo rende il Giappone l’undicesimo paese più popoloso del mondo.

NS di classe. Poiché ogni disabilità è diversa, gli atleti di paracadutismo sono divisi in classi in modo che, ad esempio, una persona che ha perso le braccia non debba affrontare qualcuno che ha perso la mano. Ad ogni categoria è assegnato un numero. Più alto è questo numero, meno severa è la restrizione. Dopo una serie di test, una giuria internazionale di specialisti determina in quale categoria andrà a finire l’atleta. Questo porta regolarmente a discussioni e proteste da parte di atleti e associazioni.

Il di Laurence VandeVyver. Lawrence ha iniziato a praticare il judo all’età di 5 anni ed è diventato un judoka belga di alto livello sotto la guida dell’allora allenatore Jean-Marie Dedecker. È diventata più volte campionessa belga nella categoria -57 kg. Nel 2017, VandeVyver ha sentito una sensazione di formicolio ai piedi. È stato scoperto che soffre di un disturbo nervoso e di una paralisi della parte inferiore del torace mentre è su una sedia a rotelle. Dal 2019 è appassionata di ciclismo manuale. Dal momento che non ha lavorato al suo sport per molto tempo, resta da vedere cosa può fare a Tokyo.

READ  Numero in Dauphiné porta a Brent Van Moer prolunga contratto | Ciclismo

NS di Mortaza Mehrzad. I più grandi Giochi Paralimpici di Tokyo provengono dall’Iran. Murtaza Mehrzad è il secondo uomo più alto del mondo con una lunghezza di 2 m 46. Partecipa a una competizione di pallavolo seduto. A Rio, ha contribuito a vincere una medaglia d’oro cinque anni fa.

n Il nuovo sport. Due sport hanno debuttato a queste Paralimpiadi. Taekwondo e badminton non esistevano prima. Non ci sono rappresentanti belgi in questi sport a Tokyo.

NS di Olek Kazimirowski. Kazimierowski è lo “chef de mission” della delegazione belga. Ha anche assunto il ruolo prima dei Giochi Paralimpici di Rio cinque anni fa.

S di Piotr Van Montagu. Stesso discorso per il 32enne belga per il tennistavolo di Hamato. Ciò che il peltro può fare con i suoi piedi e le sue dita è davvero impressionante. Inoltre, questo arciere belga ha delle storie impressionanti da raccontare. È nato in Polonia, ma dopo l’adozione è cresciuto in Belgio. Imparare il tiro con l’arco da adolescente lo ha aiutato a crescere. Anche il modo in cui si è qualificato per questo torneo è stata una punizione. La delegazione è già stata ufficialmente informata, ma nell’ultimo torneo di qualificazione Piotr ha fatto qualcosa che nessuno fino ad ora aveva considerato. Arrivò secondo e gli fu permesso di andare a Tokyo.


S dalla quarantena. Sono in vigore regole molto rigide contro Corona a Tokyo. I turisti stranieri non sono ammessi in tutto il Giappone. Gli atleti e i giornalisti che sono venuti a Tokyo per partecipare ai Giochi Paralimpici possono rimanere nel loro hotel o in altri luoghi solo per 14 giorni. Non sono autorizzati a mescolarsi con i giapponesi durante quel periodo.

S Sedie a rotelle da rugby. Il rugby in carrozzina è stato ufficialmente nel programma dei Giochi Paralimpici sin dai Giochi Paralimpici di Sydney 2000. E come per il rugby tradizionale, il minimo che puoi dire sul rugby in carrozzina è che non è per i deboli di cuore. È stato anche il primo amore del corridore su sedia a rotelle Peter Jenin. Ha gareggiato con la squadra belga di rugby in carrozzina ai Giochi Paralimpici di Atene e Londra. A causa degli ulteriori infortuni, ha dovuto scegliere di correre su una sedia a rotelle, poiché ora ha buone possibilità di vincere due medaglie. Assicurati di guardare un video su YouTube.

S Peccato per Sydney. Il termine si riferisce al più grande scandalo nella storia dei Giochi Paralimpici. Una storia da non credere se fosse un film di Hollywood. Nel 2000, la Spagna è scesa in modo convincente alla medaglia d’oro nel basket. Tuttavia, divenne presto chiaro che 10 dei 12 membri del team non avevano una disabilità mentale. Anche il Comitato Paralimpico spagnolo ha accettato e preparato persone con un QI superiore a 70. Tra loro c’era un giornalista sotto copertura, che ha diretto la storia. Da allora, solo le persone con disabilità mentale sono state autorizzate a praticare sport poiché è già stato dimostrato che la disabilità mentale ha un impatto sul processo di apprendimento in quello sport. Al momento si tratta solo di atletica, nuoto e ping pong. Aymeric Parmentier (nuoto) e Florian Van Acker (ping-pong) sono paralimpici belgi con disabilità mentali. (vedi video)

READ  Di nuovo partita con Lamkel: Zé accenna alla legge '78 per imporre il trasferimento | Jupiler Pro League

T da Tokio. La capitale e città ospitante del Giappone è la prima città nella storia ad ospitare i Giochi Paralimpici per la seconda volta. Era già successo nel 1964.


WL di rinvio. Come le Olimpiadi, queste Paralimpiadi erano originariamente previste per l’estate del 2020, ma sono state rinviate di un anno a causa della pandemia di Corona.

Quinto Squadra di rifugiati. Ci sono 82 milioni di rifugiati nel mondo. Di questi, almeno 12 milioni di persone hanno una disabilità, anche se il numero reale è probabilmente più alto. Per dare un volto a questo gruppo di persone, più vulnerabili, a questi giochi partecipa anche una squadra di rifugiati. Tre sono rifugiati siriani, uno dall’Iraq, uno dal Burundi e uno dall’Afghanistan. In qualche modo, quest’ultimo paese ha ancora un rappresentante. Il suo nome: Abbas Karimi, il campione paralimpico di nuoto.

W dall’acqua. Ai Giochi Paralimpici di Tokyo si praticano quattro sport in cui i semi-atleti devono dominare l’acqua. Si tratta di nuoto, triathlon, canottaggio e canoa.

X Da Xenograph. Una persona che non solo sarà utile durante i Giochi Paralimpici, ma anche a qualcuno che non parla giapponese e si reca in Giappone. Uno xenografo è qualcuno che ha conoscenza di scritti stranieri. Per la nostra esperienza, ci sarebbe piaciuto poter dire che eravamo xenografi durante il nostro soggiorno a Tokyo.

e
Dallo stadio nazionale di Yoyogi (nella foto). Le gare di rugby e badminton si terranno in questo stadio durante i Giochi Paralimpici. La sala era già stata costruita per le Olimpiadi del 1964 e Britney Spears e Quinn, tra gli altri, si sono esibiti lì. Durante i Giochi Olimpici qui si svolgevano le gare di pallamano.

Insieme a dalla sudorazione. Fa ancora molto caldo a Tokyo. Per tutta la settimana sono attese temperature superiori ai 30 gradi, con umidità in aumento. Nell’ora più calda della giornata (intorno alle 15:00), questo provoca brividi di vento di 40 gradi e oltre.