QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

‘Pazzo e meraviglioso allo stesso tempo’: l’invasione olandese ha dato una svolta ai registratori di cassa di Anversa

Gli olandesi sono sconvolti da più di due settimane perché vengono ad Anversa in grandi orde per fare acquisti e andare in un ristorante, mentre c’è un severo blocco nel loro paese. Ma gli imprenditori di Anversa adorano vederlo accadere. Insieme a ristoratori e negozianti, il nostro giornalista traccia l’equilibrio finanziario: quanto è rumorosa l’invasione olandese alla cassa?

Estere di Libia

Dalla tranquilla Leuven, prendi il treno per Antwerp Central. Mi chiedo se siano saldi, perché è passato molto tempo dall’ultima volta che ho visto così poche persone in città durante la settimana dello shopping. Una storia diversa ovviamente per Anversa, che nelle ultime due settimane ha dovuto fare i conti con un afflusso di olandesi a causa del lockdown. Il primo ministro Rutte ha chiamato la sua gente “non fare shopping oltre confine”. Quel messaggio è entrato in un orecchio ed è uscito dall’altro. Legioni di olandesi incrociano ancora De Keyserlei, ondeggiando a manciate di borse della spesa. Nonostante le restrizioni, alcuni negozi e ristoranti qui si capovolgono e ti svegli ridendo di notte.

Peter de Clerck, proprietario di The Duke of Antwerp, Kelly’s Irish Pub e Bier Centralfoto di fotonotizie

“Siamo spiacenti, siamo al completo.” Nel gastropub del Duca d’Anversa, un gruppo viene espulso dopo l’altro. “Abbiamo delle prenotazioni”, dice un gruppo di amici. “Strano, perché non lavoriamo con le prenotazioni.” Fanno tutti i trucchi del mestiere per ottenere un posto. “Stiamo lavorando a più delle nostre capacità”, afferma il manager Peter de Klerk, che gestisce anche il Kelly’s Irish Pub e Bier Central a De Keyserlei. “Sto parlando di un fatturato più alto del 30 percento facilmente, più o meno paragonabile a dicembre prima della crisi del Corona. È fantastico, ma non dobbiamo dimenticare: nelle prime due settimane di dicembre era ancora inferiore al 30 percento ed è stato oscilla in modo catastrofico dal 2019”.

La sua bolletta energetica si fa presto vedere. “Ho appena ricevuto il conto e sono caduto da una sedia”, continua De Clerck. Per un edificio come questo si pagano solitamente 3000 euro al mese di luce e gas, ora si parla di importi superiori agli 8000 euro. E con noi tutta l’illuminazione a LED, giusto? Per non parlare dell’affitto dell’immobile – a spese di 11.000 euro – e dell’accertamento. Quest’ultimo in termini assoluti significa 7.000 euro in più al mese per il nostro gruppo di 80 dipendenti. Anche i contenitori per i rifiuti, l’assicurazione, la carne e l’affitto dei miei forni stanno diventando sempre più costosi. Inoltre, siamo in una posizione privilegiata qui e abbiamo ancora 10 mesi per recuperare gli arretrati di affitto. Dopo di che, le vacanze di Natale possono andare molto bene, ma non le si riconquista mai. Non ho scelta e dovrò aumentare le mie tariffe del 5-10%. Solo per dire: le vendite degli olandesi sono state un regalo gradito, e questo mese avremo anche un vantaggio, ma abbiamo ancora bisogno di tre anni per riempire i pozzi. Non siamo ancora in Rue des Bouchers”.

READ  Xiaomi conduce un'indagine esterna sulla "funzione di censura" dei suoi smartphone - tablet e telefoni - Notizie

Tom Michaels, Geek Store Manager 4Geeks Beeld Photonews

Tom Michaels, responsabile del negozio Geek 4eeksfoto di fotonotizie

Senza vergogna, sì

Una volta raggiunta la perla dello shopping a Meir, noterai davvero quanto sia occupato di nuovo qui. Zara, Bershka o JD Sports: code di clienti coraggiose lunghe fino a 30 metri. Meglio di me. Tom Michaels, geek store manager di 4Geeks, scarica una serie di ordini a ritmo sostenuto mentre il suo collega effettua i pagamenti. Funziona con il pilota automatico qui. “Normalmente non sono sempre in negozio, ma è incredibilmente impegnato”, dice Tom, che esprime immediatamente la sua insoddisfazione per la maleducazione di alcuni olandesi. “A volte si rifiutano di indossare le maschere perché ‘non riescono a respirare correttamente’ e poi penso: ‘Amico, torna. ”

Nonostante ciò, il proprietario è grato a questi subdoli olandesi, perché attraverso di loro il suo negozio sta facendo affari come mai prima d’ora. Michaels continua: “L’invasione di due settimane ha compensato tutto ciò che è andato storto con Corona l’anno scorso”. “Durante il periodo di fine anno il nostro volume di vendita è solitamente di € 3.000 al giorno e quest’anno abbiamo generato € 10.000-12.000 di volume di vendita ogni giorno. Grandi numeri, grazie Holland, ma la mia resistenza allo stress non è stata testata così duramente. (Ride) Siamo in due qui, con una persona in cerca di lavoro occasionale. A lungo termine, ho dovuto mettere quest’ultimo all’ingresso per fermare le persone. Siamo davvero a corto di personale, ma nessuno se lo aspettava”. Clienti olandesi solo in questo negozio. Spesso hanno uno dei 5.000 Funko Pop – Marvel, Star Wars o Harry Potter – sotto il braccio. “È un vero clamore. Attento, verranno tirandomi le maniche con menu stampati: ‘Ehi, vorrei tutte queste forme’. È pura follia.’

Carol Thewissen, Direttore del negozio di scarpe West-End Image Photonews

Carol Thewissen, direttrice del negozio di scarpe del West Endfoto di fotonotizie

Tom non è l’unico a strofinarsi le mani. La maggior parte dei rivenditori parla del 20-30% in più di vendite del previsto, grazie ai nostri vicini settentrionali. “I fan sono davvero una grande spinta”, afferma Carol Thewiesen del negozio di scarpe West-End, l’ultimo negozio di scarpe indipendente di Meir e un valore costante per 65 anni. “Avevamo un fatturato superiore del 10%. Di conseguenza, siamo esauriti e quest’anno c’è finalmente spazio per presentare nuove collezioni. Questo pensiero da solo vale molto mentalmente”. Su base annuale, il suo libro finanziario era ancora corto del 30%. “Ricordate i tempi in cui Marc van Ranst e Kathy Perks ci hanno chiesto di non venire più ad Anversa… Di conseguenza, avremo bisogno di altri due anni per riempire il buco. Fantastico avere questi 14 giorni, ma questo rende solo su una frazione”. E vendite o meno: anche i fiamminghi si allontanano da Anversa molto più spesso durante questo periodo di vendita.

Rogier Jongeneelen, Direttore dell'Het Groene Hart Café Image Photonews

Rogier Jongeneelen, Direttore di Het Groene Hart. Caféfoto di fotonotizie

Cava con pranzo

Dopo un po’ di camminata siamo arrivati ​​a Groenplaats. Facciate autentiche adornano le strade intorno alla piazza. Con l’avanzare del pomeriggio, il sole comincia ad apparire. E questo può essere fantastico a gennaio. Di conseguenza, le code non saranno più brevi, né nei negozi, né alla pista di pattinaggio e certamente non nei bar e ristoranti vicini. Le terrazze riscaldate sono piene di giovani olandesi e famiglie. Sta cercando un posto libero. “I giovani ospiti vengono qui proprio perché siamo su TikTok e siamo famosi per OMG Pornostar Martini”, ride Rogier Jongeneelen, Het Groene Hart Café Manager. Si è quasi vergognato quando gli abbiamo chiesto cosa gli avesse portato in termini finanziari l’invasione olandese. “Difficilmente oserei dirlo, ma abbiamo il 300 percento di fatturato in più rispetto a qualsiasi mese normale. In un giorno normale, potresti essere felice con 100 posti per un setup, ora ce ne sono 400. È fantastico e meraviglioso allo stesso tempo. ”

“Questo rende facile ripagare parte dell’investimento, ma è un moltiplicatore, perché abbiamo anche due esercizi di ristorazione Breda che ora sono chiusi. Si spendono milioni ad Anversa, ma quei soldi non tornano all’economia olandese. ” Il personale Breda è stato portato ad Anversa per aiutare. “Perché è frenetico, sai. Che sia lunedì o mercoledì o giovedì, penso ogni giorno: un altro sabato”. Il manager parla anche del modello di spesa in aumento dei suoi clienti olandesi. “A pranzo, potevi facilmente spendere 50 euro per due, in precedenza era dal 25 al 30 percento in meno. È anche più probabile che i clienti scelgano un cocktail o un bicchiere di spumante nel pomeriggio”. Indica una coppia che si sta godendo il pranzo con un cava e un martini in mano. L’OMG Pornostar Martini da solo costa € 13 qui. “Questo rende facile fare soldi con pranzo e bevande.” Questa è anche la tendenza in molti altri caffè e ristoranti. “Abbiamo avuto un fatturato superiore del 70% rispetto a un anno medio. Non c’è modo migliore per iniziare il nuovo annosorride Evi De Greef, Café Pelikaan Manager: “Questo crea positività e resilienza per arrivarci quest’anno”. pane intero per averlo violato.

Evi De Greef, Direttore del Café Pelikan Image Photonews

Evi De Greef, Direttore del Café Pelikanfoto di fotonotizie

proprio al centro

Con tanto vento tra i capelli, ci incamminiamo verso il Grote Markt. Qui ci sono alcuni importanti musei, una cattedrale e negozi moderni raggiungibili a piedi. Si scopre che questo sito soddisfa anche il turista olandese esperto. Il Rubens Hotel a 4 stelle è situato in una tranquilla strada laterale. Il direttore Didier Paulin è il presidente della Antwerp Hotels Association. “Ho appena scaricato i dati per le vacanze di Natale e il settore alberghiero ad Anversa ha avuto un tasso medio di occupazione del 54 percento”, dice. Rispetto al 2019, l’occupazione media nello stesso periodo è stata del 64%. “Questo potrebbe aver compensato alla fine dell’anno per molte società di catering e rivenditori, ma non è stata una corsa per il settore alberghiero. Gli olandesi sono turisti diurni. Ad ogni modo, se non fosse stato per il blocco avremmo faticato a raggiungere il 30 per cento, e questo sarebbe stato un altro dramma.

Secondo Pauline, c’è anche una grande differenza tra gli hotel del centro città – come il suo – e gli hotel sul ring. Gli olandesi arrivarono al centro in macchina e vi rimasero. Non hanno usato il parco e la corsa. Quindi gli hotel del centro hanno fatto straordinariamente bene. Per il mio hotel, è stata la migliore vacanza di Natale di sempre. Abbiamo 36 camere e sono al completo. Alla fine dell’anno siamo stati anche in grado di aumentare la nostra tariffa media della camera a poco meno di € 300″. Per darvi un’idea: le tariffe medie delle camere da Robbins negli altri giorni oscillano tra € 139 e € 192″. chiudi l’anno con un utile netto compreso tra 139 e 192 euro, tra l’1 e il 2 per cento”.

Didier Paulin è il presidente della Antwerp Hotel Association Image Photonews

Didier Paulin è presidente dell’Associazione alberghiera di Anversafoto di fotonotizie

Non appena siamo tornati alla stazione, abbiamo notato un olandese dopo l’altro salire con facilità nel tram dell’hotel Lindner’s. Il direttore dell’hotel Peter Nuiten ci accoglie di buon umore. “Una tazza di caffè? Facile parlarne”, chiede dolcemente. Il suo hotel è stato occupato per il 75% nell’ultimo periodo, sì, dagli olandesi. Quindi è decisamente soddisfatto, “sebbene il 2019 sia stato ancora più ricco”, ha detto. “A quel tempo, gli ospiti erano più diffusi e il nostro tasso di occupazione era del 75% su base mensile. Ora hai un momento di punta di due settimane”. Ma dimentica la quota dei vicini del nord e non c’è più niente. “Fortunatamente, aiuta a coprire i costi fissi, ma non sto parlando di profitto. Dalla prossima settimana morirà di nuovo qui. Quindi sarei felice se ottenessi il 25 percento durante la settimana. Il punto di forza di Anversa è che qui hai un mercato commerciale e vacanziero, ma il settore L’attività rappresenta per noi il 58 percento del nostro modello di business”. Ora ci sono voti nei Paesi Bassi per estendere il blocco fino alla fine di gennaio. L’albergatore ride: “È ipocrita da dire, ma ogni prenotazione in più è ovviamente piacevole, quindi estendete la cosa ragazzi”. “A volte sentiamo da clienti che stanno scoprendo solo ora Anversa che si sono innamorati del fascino della città e torneranno. Speriamo che lo facciano davvero (ride). La prossima ambizione ora è: portare qui anche turisti da paesi lontani .”

Peter Neutin è il gestore del Lindner Hotel Image Photonews

Peter Nuiten è il gestore dell’Hotel Lindnerfoto di fotonotizie