QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Per molto tempo, i ricercatori sono stati un po’ preoccupati per la calotta glaciale dell’Antartide orientale (ma sta cambiando)

Solo se riusciamo a limitare il riscaldamento globale a 2°C possiamo ancora salvare la calotta glaciale.

In Antartide troviamo due regioni principali, l’Antartide orientale è una di queste. L’Antartide orientale è quasi completamente ricoperta da un’enorme calotta glaciale, che in realtà è la più grande calotta glaciale continua del mondo. Inoltre contengono la stragrande maggioranza del ghiaccio glaciale sulla Terra. Si è creduto a lungo che questa parte dell’Antartide fosse abbastanza stabile e quindi meno vulnerabile ai cambiamenti climatici. Ma Nuovo studio Spiega che se non raggiungiamo gli obiettivi dell’accordo sul clima di Parigi, rischiamo di risvegliare questo “gigante addormentato”.

Stabile… o no?
L’Antartide orientale è il luogo più secco, ventoso e freddo della Terra. Le temperature possono scendere fino a quasi 100 gradi Celsius! Quindi non sorprende che i ricercatori ipotizzano che l’Antartide orientale possa gestire bene il riscaldamento globale. Tuttavia, il ghiaccio qui ha iniziato a rompersi sempre di più. Non molto tempo fa, per esempio, La piattaforma di ghiaccio Conger al largo della costa dell’Antartide orientale si è completamente disintegrata. E proprio la scorsa settimana, i ricercatori lo hanno scoperto L’acqua calda si sta dirigendo verso la calotta glaciale nell’Antartide orientale. “Pensavamo che l’Antartide orientale fosse meno vulnerabile ai cambiamenti climatici rispetto all’Antartide occidentale e alla Groenlandia”, ha affermato il ricercatore Nerly Abram. Ma ora sappiamo che ci sono già segni di perdita di ghiaccio nell’Antartide orientale. Non è stabile e protetto come pensavamo una volta”.

innalzamento del livello del mare
I ricercatori si preoccupano. Poiché l’Antartide orientale è ricoperta da un’enorme quantità di ghiaccio, può contribuire in modo significativo all’innalzamento del livello del mare. “La calotta glaciale è 10 volte più grande dell’Antartide occidentale e contiene l’equivalente di 52 metri sul livello del mare”, spiega Abram. La nostra idea sbagliata sul futuro dell’Antartide orientale mostra che non sembriamo ancora comprendere appieno la calotta glaciale. “Comprendiamo la luna meglio dell’Antartide orientale”, ha detto Matt King. “Quindi non abbiamo ancora una buona idea dei rischi climatici che deriveranno da quest’area”.

READ  Gli hacker possono silenziare milioni di smartphone con la vulnerabilità CVE-2022-20210

Rimani
Per colmare in qualche modo questo divario di conoscenze, i ricercatori hanno studiato come l’Antartide orientale ha risposto ai periodi più caldi in passato. Hanno quindi confrontato questi dati con le proiezioni degli studi attuali per determinare in che modo i diversi livelli di future emissioni di gas serra avrebbero influenzato la calotta glaciale entro il 2100, 2300 e 2500. Hanno quindi calcolato quanto l’Antartide orientale stesse contribuendo all’innalzamento del livello del mare globale.

Accordo di Parigi sul clima
I risultati mostrano che raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi sul clima è davvero l’unico modo per salvare la calotta glaciale. Perché solo così si possono evitare le conseguenze più gravi del riscaldamento globale sulla calotta glaciale più grande del mondo. “Se la Terra si riscalda di oltre due gradi Celsius dopo il 2100, a causa dell’aumento delle emissioni di gas serra, l’Antartide orientale potrebbe aumentare da solo il livello del mare globale da uno a tre metri entro l’anno 2300”, ha affermato Abram. “Entro il 2500, lo scioglimento del ghiaccio nell’Antartide orientale potrebbe aver causato un innalzamento del livello del mare da due a cinque metri”.

ridurre il riscaldamento
Tuttavia, se le emissioni di gas serra vengono drasticamente ridotte e si registra solo un aumento marginale del riscaldamento globale, il futuro sembra molto più roseo. In questo caso, il team di ricerca prevede che è improbabile che la calotta glaciale dell’Antartide orientale contribuisca all’innalzamento del livello del mare in questo secolo, sebbene anche in questo caso il livello del mare continuerà a salire a causa delle grandi perdite di ghiaccio in Groenlandia .e l’Antartide occidentale. . Se potessimo mantenere il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2°C, la calotta glaciale dell’Antartide orientale aumenterebbe il livello del mare di mezzo metro al massimo di 2.500.

READ  Un nuovo look per Calcolatrice, Posta e altro in Windows 11

In breve, se raggiungiamo gli obiettivi dell’accordo sul clima di Parigi, possiamo evitare gli scenari peggiori ed evitare le maggiori perdite di ghiaccio nell’Antartide orientale. Ma il tempo sta per finire. Le osservazioni satellitari stanno già mostrando segni di assottigliamento e ritiro del ghiaccio. Inoltre, secondo l’ultimo rapporto dell’Intergovernmental Panel on Climate Change, il Climate Panel delle Nazioni Unite, la Terra si è già riscaldata di circa 1,1 gradi Celsius dai tempi preindustriali. Quindi i ricercatori chiedono un’azione. “Il destino della più grande calotta glaciale del mondo è nelle nostre mani”, conclude Abram.