QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Perché è improbabile che i vaccini controllino l’influenza aviaria nel pollame

Gli anticorpi di derivazione materna (MDA) possono interferire con la risposta dei polli alle vaccinazioni. Gli anticorpi specifici per l’antigene vengono trasmessi dal pollo alla sua prole attraverso l’uovo. Questi anticorpi sono chiamati MDA (anticorpi di derivazione materna). Gli MDA possono essere uno dei motivi per cui la maggior parte dei vaccini contro l’influenza aviaria non funziona nella pratica. Questo è il risultato di uno studio di Xue Pan che ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Wageningen University & Research.

In alcuni paesi, la vaccinazione è la strategia più importante e ampiamente utilizzata contro l’influenza aviaria. Tuttavia, la maggior parte dei programmi di vaccinazione H9N2 sembra avere scarso effetto contro l’infezione e la trasmissione nella pratica, nonostante i risultati positivi in ​​condizioni di laboratorio nei polli esenti da agenti patogeni (polli SPF).

Studio epidemiologico
Pan ha visitato diversi allevamenti di pollame in Cina e ha condotto studi epidemiologici in questo campo per più di tre mesi. Poi ha studiato tre gruppi di polli in laboratorio. Nel primo gruppo, tutti i polli sono stati vaccinati 1 giorno dopo la schiusa. Il secondo gruppo ha ricevuto la vaccinazione all’età di 21 giorni e il terzo gruppo come gruppo di controllo è rimasto non vaccinato. Tutti i gruppi sono composti da otto polli SPF e otto polli. Pan afferma: “I nostri risultati mostrano che è probabile che gli anticorpi di origine materna (MDA) interferiscano con l’immunità umorale pre-vaccinazione nei polli.

Maggiore attenzione alle MDA
“I nostri risultati mostrano che dobbiamo prestare maggiore attenzione all’effetto degli MDA sui vaccini antinfluenzali sul campo, non solo alla distanza dell’antigene”, afferma Pan. “È importante sviluppare nuovi vaccini che neutralizzino l’effetto degli MDA nelle situazioni di vita reale”. Durante la sua ricerca, Pan ha sviluppato diversi nuovi vaccini, come un nuovo adiuvante per il tradizionale vaccino H9N2 inattivato e un vaccino vettore basato sul virus dell’herpes del tacchino che potrebbe migliorare l’efficacia del vaccino nel pollame. Inoltre, Ban ha ricercato altri modi per migliorare l’efficacia della vaccinazione.

READ  Basso desiderio sessuale: cosa può andare storto?

Influenza aviaria H9N2
L’influenza aviaria H9N2 è l’influenza aviaria a bassa patogenicità più comune e più pericolosa al mondo. Non è solo estremamente pericoloso per l’allevamento di pollame, ma anche per la salute pubblica. Alcuni ricercatori temono che questo virus possa causare la prossima pandemia, saltando direttamente sugli esseri umani o contribuendo con parte dei suoi geni a un altro virus influenzale pandemico.

per maggiori informazioni: Ban Shaw

Fonte: WUR