QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Perché le giornate improvvisamente sembrano così buie? | Martin Pietro

Sebbene non ci siano “periodi più bui dell’anno” ufficiali, i mesi da settembre a dicembre sembrano uno per molti di noi. Ma quanta luce ci resta durante il giorno? E perché gli ultimi mesi dell’anno sono così bui?

Dobbiamo ancora aspettare il giorno più corto dell’anno, il 21 dicembre, ma le ore tra l’alba e il tramonto stanno diminuendo rapidamente. Nei primi mesi dopo il giorno più lungo dell’anno (21 giugno 2022), questo inizia lentamente con poche decine di secondi al giorno. Ma quando l’estate finisce e inizia l’autunno (23 settembre 2022), le giornate si accorciano di circa quattro minuti. E ovviamente lo notiamo tutti. Fortunatamente, la velocità è diminuita da allora. Nei giorni precedenti l’inizio dell’inverno astronomico (21 dicembre), ufficialmente il giorno più corto dell’anno, era lungo solo pochi secondi. Meno male, perché a questo punto dobbiamo fare i conti con meno di otto ore di luce diurna.

orario invernale

Ciò che contribuisce anche alla sensazione di oscurità è il tramonto anticipato. In questo momento sono ancora circa le 19:00, ma entro la fine di ottobre saranno dopo le 18:00. In quel momento (29-30 ottobre) si passa anche all’orario invernale. All’inizio di novembre il sole sta già tramontando dietro l’orizzonte verso le 17:00.

Dobbiamo aspettare fino al 13 dicembre prima che il sole inizi a tramontare più tardi. Sfortunatamente, questo non allunga le giornate. Perché si alza ancora un po’ tardi ogni giorno. Ciò che guadagniamo la sera non può competere con ciò che perdiamo al mattino. Bisogna aspettare il 30 dicembre per l'”ultima” alba. Poi il sole sorge alle 8:48. Il fatto che il sole non sorga per ultimo e tramonti il ​​giorno più vicino nel giorno più corto dell’anno ha a che fare con l’angolo della Terra rispetto al sole e l’orbita ellittica della Terra. Di conseguenza, il sole può essere leggermente avanti o indietro rispetto al nostro orologio sintetico. Questa differenza è chiamata “equazione del tempo”.

READ  Lo studio identifica gli anticorpi da un'infezione da freddo che interagisce con COVID

Infine, c’è anche la caduta delle foglie insieme al tempo che esalta l’atmosfera cupa. Grigio e pioggia sono termini che sentiamo spesso durante i mesi autunnali e invernali. Settembre è stato già buono per una solida porzione di precipitazioni in media di 104,8 mm (normale 65,3 mm), un record di 15 giorni di temporali e meno sole con 136 ore e 3 minuti (normale 154 ore e 28 minuti).

L’80% delle persone con depressione invernale ha aiutato con la fototerapia: “Il motivo è che il nostro orologio biologico è interrotto” (+)

Solo 6 integratori di vitamina D testati su 20 forniscono il dosaggio corretto: quale è meglio acquistare? (+)

Ti svegli anche molto di notte? L’allenatore del sonno spiega perché e cosa puoi fare al riguardo: “I farmaci non sono davvero raccomandati” (+)