QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Più di 1.000 infortuni in Australia per la prima volta | All’estero

L’Australia ha registrato più di 1.000 infezioni entro 24 ore per la prima volta dall’inizio della pandemia di Corona. Il New South Wales, lo stato a cui appartiene Sydney, ha registrato il record di 1.039 infezioni.




L’attuale ondata corona, spinta dalla rapida diffusione della variante delta, è iniziata a metà giugno e conta già più di 15.000 infezioni. I primi contagi sono stati registrati a Sydney, contemporaneamente l’epidemia si è diffusa nelle città più piccole.

Nonostante i numeri in aumento e la crescente pressione sugli ospedali, il premier statale Gladys Berejiklian ha annunciato un allentamento limitato delle misure di blocco per le vaccinazioni da metà dicembre. Una volta che il 70% degli 8 milioni di residenti sarà completamente vaccinato, le persone potranno radunarsi all’aperto in gruppi di cinque in aree non sensibili. Le attuali procedure di chiusura saranno ora in vigore fino al 10 settembre.

“Questa era l’opzione migliore per proteggere la salute mentale e il benessere dei nostri residenti e ridurre i rischi”, ha affermato Berejiklian. Ha sottolineato che il sistema sanitario è in grado di far fronte alle crescenti pressioni rafforzando la propria capacità. Promette che “chiunque abbia bisogno di aiuto riceverà aiuto”.

Gladys Berejiklian. © Agenzia per la protezione dell’ambiente

Sempre in Australia, un modesto ritorno all’epidemia è a Melbourne, Victoria, con 80 nuovi contagi nelle ultime 24 ore.

Più della metà dei 25 milioni di australiani è attualmente in isolamento. A Sydney va avanti da due mesi ormai. Il Paese ha già quasi 48.000 contagi e 1.000 morti.

La campagna di vaccinazione, iniziata molto lentamente, è stata potenziata nelle ultime settimane dall’introduzione di dosi aggiuntive. Un terzo della popolazione è già stato completamente vaccinato.

READ  Bolsonaro dovrebbe proteggere gli indigeni dell'Amazzonia da ...