QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Più di 40 prodotti fuori dagli scaffali a causa dei pesticidi: un elenco…

© Shutterstock

L’elenco degli alimenti richiamati continua perché contengono molti residui del prodotto fitosanitario, l’ossido di etilene, vietato in Europa. L’agenzia alimentare FAVV e Bell Belgium hanno annunciato lunedì che il formaggio KIRI è stato ritirato dal mercato.

Il richiamo riguarda la diffusione del formaggio a marchio KIRI in 150 o 200 grammi, che è stato venduto dal 20 gennaio al 21 giugno 2021 in un’intera catena di supermercati (Carrefour, Colroit, Kura, Delhi…). I consumatori sono pregati di non mangiare la crema spalmabile e di restituire il prodotto al punto vendita.

È un altro richiamo all’ossido di etilene. Questo è un antisettico che può garantire, tra l’altro, che i prodotti non marciscano. In Europa, il prodotto non può essere utilizzato come prodotto fitosanitario, ma in alcuni altri paesi è ancora consentito.

I richiami sono iniziati nel 2020 dopo che è stato scoperto che molti semi di sesamo importati dall’India contenevano quantità eccessive di ossido di etilene. Poiché i semi di sesamo sono generalmente utilizzati in piccole quantità in altri prodotti, sono seguiti molti richiami. La FASFC aveva precedentemente annunciato che solo nel 2020 erano stati richiamati 105 prodotti a base di semi di sesamo.

Nel frattempo, i controlli sull’ossido di etilene sono stati estesi ad altri prodotti, come spezie, cereali e semi. Questo porta a nuovi prelievi. Dall’inizio di luglio, ci sono stati più di quaranta di questi prelievi, secondo una panoramica sul sito web della FASFC. Questo includeva spesso prodotti contenenti gelato, ma sono state chiamate anche molte salse Bicky, ad esempio.

L’ossido di etilene non è immediatamente pericoloso se usato in piccole quantità. Ma con un uso prolungato e in grandi quantità, il prodotto può essere cancerogeno, secondo il FASFC. Si parla di “possibile pericolo cronico”. Ciò significa che “potrebbero esserci rischi per la salute quando i consumatori consumano prodotti incompatibili su base regolare e in grandi quantità”.

READ  Quando hanno avuto tutti il ​​primo colpo? E il limite di età? Rispondi alle domande più importanti del vaccino