QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Più di 5.000 persone arrestate dopo i disordini in Kazakistan | all’estero

Le autorità giudiziarie hanno avviato un’indagine con i detenuti. Il ministero ha affermato che sono accusati di aver distrutto più di 100 centri commerciali ed edifici bancari. Durante i disordini sono stati distrutti anche più di 400 veicoli, tra cui molte auto della polizia.

Nel frattempo, le autorità stanno cercando di rimettere in sesto la vita normale. Domenica, il ministero del Commercio ha annunciato la sicurezza delle forniture di generi alimentari di base alle aree remote, secondo l’agenzia di stampa russa TASS. Secondo il ministero dell’Energia, sono ricominciate le forniture di carburanti e gas.

La scorsa settimana in Kazakistan sono scoppiate rivolte su larga scala dopo che il governo ha aumentato i prezzi del carburante. I manifestanti hanno preso d’assalto gli edifici governativi ad Almaty, la città più grande del paese. Il presidente del Kazakistan Kassym-Jomart Tokayev ha dichiarato venerdì mattina in un discorso televisivo di aver ordinato all’esercito di aprire il fuoco senza preavviso se i disordini fossero continuati. Ha chiarito che non avrebbe negoziato con i manifestanti e che coloro che non si sarebbero arresi sarebbero “periti”. Secondo Tokayev, la città di Almaty è stata minacciata da “20.000 ladri”. Non si sa quante vittime si siano verificate da allora.

READ  1.428 delfini sono stati uccisi in nome della tradizione nelle Isole Faroe | gli animali