QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Più di un quarto degli anziani è in ritardo per l’ispezione | l’interno

Nel 2021, il 27% degli anziani si è presentato in ritardo al controllo regolare, con un aumento di dieci punti percentuali rispetto all’anno precedente. Lo dimostrano i dati del ministro della Mobilità Lydia Peters (Open Vld) su richiesta di Brecht Warnez (CD&V).

Dal 2018 sono obbligatori controlli regolari per i veterani disabili. L’anno scorso, il 27% era in ritardo per un appuntamento, rispetto al 16% delle auto normali.

“Stiamo notando che un numero crescente di anziani viene presentato troppo tardi per un’ispezione periodica, questo è un segno del muro”, afferma Warnes. “Forse Corona è stata la causa, ma è anche possibile che le regole poco chiare abbiano reso i vecchi proprietari di orologi insicuri se avrebbero ottenuto o meno un certificato di ispezione valido”.

Dei veicoli ispezionati, il 56% ha ottenuto la prima carta verde. I motivi principali del rifiuto erano la scarsa illuminazione, le eccessive emissioni di monossido di carbonio, un problema con i lavacristallo, la potenza frenante insufficiente e la perdita di olio.

Invito il Ministro ad adottare misure di concerto con le associazioni degli anziani affinché i vari aspetti dell’ispezione possano essere modificati. “La consultazione delle parti interessate è il momento perfetto per questo”, afferma Warnes.

Leggi anche:

Lo stesso principe Laurent si presenta al tribunale di polizia per un sopralluogo scaduto: “Tante attenzioni per una cosa così piccola, non la capisco”

“Nel secondo viaggio ho risparmiato 2 euro di gasolio ogni 100 km”: ecco come la guida ecologica può far risparmiare

“Le auto con il cambio si estingueranno in pochi anni”

READ  I volontari della Wikimedia Foundation votano contro l'accettazione di donazioni in criptovalute - IT Pro - Notizie