QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Più fluido, più forte e stabile: perché lo yoga ti rende un atleta migliore |  Esercitati

Più fluido, più forte e stabile: perché lo yoga ti rende un atleta migliore | Esercitati

Sbarazzati di quell’immagine fluttuante! Che tu sia un atleta d’élite o un atleta per hobby e qualunque sia lo sport che pratichi: lo yoga porta il tuo corpo in equilibrio. Ti riprendi più velocemente, rimani senza infortuni e diventi semplicemente un atleta più completo.

“Ovviamente puoi fare yoga come sport integrato, ma ne trai beneficio anche come attività secondaria”.

A parlare è l’insegnante di yoga Annick Cuvelier, che ha scritto un utile libro sull’argomento: Smarter Sports with Yoga.

“I migliori atleti come Novak Djokovic e LeBron James ci hanno lavorato per anni. Non è sorprendente, perché lo yoga ha un effetto positivo sul tuo esercizio”.

L’insegnante di yoga Annick Cuvelier.

1. Lo yoga ti rende più flessibile e più forte

“Come corridore o ciclista, sottoponi sempre lo stesso stress al tuo corpo, con gli stessi movimenti.”

“Alcune parti del tuo corpo lavorano molto duramente e quindi devono essere flessibili. Altre parti lo sono molto meno, devi solo rafforzarle. Gli esercizi di yoga cercano quell’equilibrio tra forza e flessibilità.”

“Lo yoga considera il corpo in modo olistico, nel suo insieme. In questo modo ti consente di muoverti in tutte le direzioni e offre quindi un allenamento completo che lavora su forza e flessibilità. Come atleta, ne raccogli automaticamente i benefici.”

Lo yoga offre un esercizio completo che costruisce forza e flessibilità. Come atleta, ne raccogli automaticamente i benefici.

L’insegnante di yoga Annick Cuvelier

Secondo Annick Cuvelier, il nostro stile di vita sedentario e sedentario significa che usiamo meno muscoli più profondi:

“Tuttavia, sono proprio quei muscoli che stabilizzano le nostre articolazioni e assicurano che il nostro corpo si muova bene. Meritano quindi anche l’attenzione che non ricevono attraverso un allenamento regolare”.

2. Lo yoga aiuta a prevenire gli infortuni

Negli ultimi 20 anni sono state condotte molte ricerche sulla fascia, che è una forma sottocutanea di tessuto connettivo che collega tutto dalla testa ai piedi.

Pertanto, il corpo umano non è solo composto da alcuni muscoli e ossa molli, ma forma un tutto grazie a questo tessuto connettivo.

Lo yoga gioca un ruolo cruciale nel mantenere questa fascia, lo sa Cuvilier. Può anche prevenire lesioni: “Muoversi troppo unilateralmente provoca l’asciugatura e l’adesione del tessuto connettivo, il che può causare lesioni”.

“Con le asana di stretching passivo, reidrati la fascia. Confrontala con una spugna: se la inumidisci, diventa di nuovo morbida ed elastica.”

“I rulli di schiuma funzionano secondo lo stesso principio: allentano il tessuto applicando pressione e poi rilasciandolo. Quindi lo yoga è anche una forma di prevenzione degli infortuni”.

3. Lo yoga garantisce un recupero più rapido dopo un allenamento

“L’esercizio intenso mette sotto pressione il tuo sistema nervoso. Dopodiché devi riposare e recuperare. Questo è assunto dal sistema parasimpatico del sistema nervoso autonomo. Puoi vederlo come un pedale del freno per il tuo corpo. “

“Attraverso esercizi di respirazione e posizioni yoga passive, attivi questo sistema. Quindi premi tu stesso il pedale del freno, in modo che il tuo corpo possa riprendersi e rilassarsi. In questo modo puoi accelerare il tuo recupero.”

4. Lo yoga migliora la tua autocoscienza

Quindi i benefici fisici sono evidenti. Ma cosa fa lo yoga con la tua mente? Annick Cuvilier: “La tua mentalità viene costantemente allenata. Non riesci a gestire una situazione difficile? Quindi nota come la gestisci. Perdi la pazienza? O continui a provare finché non ci riesci?”

“In questo modo ottieni informazioni sul tuo mondo interiore. Dimostra anche che lo yoga non è altro che fluttuare. Guardarsi allo specchio e scoprire chi sei veramente: non diventa più reale, vero?”

Guardarsi allo specchio e scoprire chi sei veramente: non suona più reale, vero?

L’insegnante di yoga Annick Cuvelier

La vita e il tuo sport sono pieni di sfide e lo yoga ti insegna ad affrontare comodamente quelle situazioni scomode. Sei in una posa yoga impegnativa? Quindi mantenere una respirazione calma aiuta a rilassarsi. Puoi anche applicarlo perfettamente all’inizio di una partita.

“La tua mentalità è anche uno strumento importante per un duro allenamento o una competizione. Determina la fiducia in te stesso e nelle tue capacità. Puoi anche impararlo sul tappeto.”

READ  Mark Williams e Judd Trump giocano nella finale di biliardo Masters dopo prestazioni dominanti | biliardo