QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Prognosi del cancro alla prostata migliorata grazie a un’importante scoperta: “Questa è una svolta”

Il cancro alla prostata è il tipo più comune di cancro negli uomini, ma non è sempre grave. In molti casi, la diagnosi porta a un’ansia non necessaria e a una ridotta qualità della vita. I ricercatori scoprono la separazione del grano dalla pula.

È un problema difficile per gli operatori sanitari: i tumori gravi devono essere rilevati il ​​prima possibile per iniziare un trattamento corretto, ma è meglio non rilevare tumori innocui durante una visita medica.

La professoressa Marin Landström e il suo gruppo di ricerca di Università di Umea In Svezia stanno lavorando duramente per sviluppare metodi migliori per rilevare il cancro alla prostata e differenziare i diversi tipi di tumore.

enzima chiave
Il team ha scoperto che una specifica proteina è coinvolta nella crescita e nella metastasi del tumore. Concentrarsi su queste proteine ​​mostra che i pazienti hanno maggiori probabilità di sviluppare la versione aggressiva pericolosa per la vita. con una squadra di Università di Upsala I ricercatori hanno i loro risultati Pubblicato sulla rivista di settore Ebiomedicina, un oggetto bisturi;

Cattive notizie
“Abbiamo trovato una nuova funzione precedentemente sconosciuta del recettore TGF-beta di tipo 1 (TbRI). Svolge un’importante funzione di segnalazione nelle cellule tumorali. Sappiamo da ricerche precedenti che la segnalazione del TGF-beta è una cattiva notizia in tutti i tipi di cancro, ” spiega Landström.

“Con queste nuove informazioni, possiamo rassicurare gli uomini con cancro alla prostata lieve. Possiamo offrire ai pazienti con un’alta probabilità della versione rischiosa un piano di trattamento più rapido. Aiuteremo un ampio gruppo di pazienti affetti da cancro alla prostata mettendo in atto i risultati della nostra ricerca. “

READ  Condividi i trattamenti contro il cancro che sono stati notevolmente ridotti durante le prove del tempo della corona

Una svolta nella ricerca sul cancro
Il coautore e autore principale dello studio medico Ji Sung è molto soddisfatto dei risultati. “La nostra scoperta è una svolta nella ricerca sul cancro nella segnalazione del TGF-beta”. “La chinasi ORCP è solitamente molto abbondante nelle cellule tumorali. Questi enzimi sono attivi durante la divisione cellulare del cancro alla prostata. Lo stesso vale per le cellule di neuroblastoma, che causano molti tumori infantili”, spiega Song.

Test PSA per il cancro alla prostata. Foto: Jarun011 / Getty

Screening, brevetti e nuovi farmaci
“La nostra ricerca mostra che quando questi enzimi iniziano una reazione specifica, può essere un precursore di un grave tipo di cancro alla prostata”, ha detto Song. “Lo screening basato su questo processo può migliorare significativamente la qualità della vita e la prognosi dei pazienti. Questa nuova scoperta potrebbe anche aprire la strada a nuovi farmaci di precisione contro la malattia”.

Il team di ricerca svedese si sta espandendo e ha richiesto un brevetto per questa tecnologia e possibili farmaci in base alle loro scoperte. “Speriamo di sviluppare un test efficace entro tre anni in grado di dire immediatamente ai pazienti con cancro alla prostata dove si trovano”, afferma Landström.

Comprendere i processi molecolari
Il team sta ora passando alla fase successiva della ricerca. Ora stiamo lavorando per comprendere i meccanismi molecolari all’interno delle cellule tumorali. Qual è l’effetto di queste proteine ​​l’una sull’altra nelle cellule? Ci piacerebbe sapere. Per questo, abbiamo assunto il professor Magnus Wolf Watts della Facoltà di Chimica di Università di Umea. “

Quindi c’è ancora molto lavoro da fare, ma i risultati sono molto promettenti. In definitiva, non solo porterà a un metodo di trattamento migliore per il cancro alla prostata, ma calmerà anche le menti di molti pazienti.

READ  Prezzo senza appuntamento - DordtCentraal

Cancro alla prostata nei Paesi Bassi
Ogni anno, a circa 13.500 uomini nei Paesi Bassi viene detto di avere un cancro alla prostata. Cinque anni dopo la diagnosi, circa il 90 per cento è ancora vivo. Molto dipende dallo stadio del cancro in cui viene rilevata la malattia. In caso di metastasi, la prognosi è peggiore.

Il 9% dei pazienti sviluppa il cancro alla prostata prima dei 60 anni. Poco più della metà delle diagnosi viene fatta dopo il 70° compleanno. Spesso il tumore cresce molto lentamente (molto) e provoca pochi o solo sintomi innocui. Con le metastasi ossee, ci sono lamentele di dolore.

Il cancro alla prostata è il tumore più comune negli uomini. Ogni anno nei Paesi Bassi muoiono a causa della malattia circa tremila pazienti, lo stesso numero di donne che muoiono di cancro al seno.

Un test PSA è disponibile in uno studio medico per verificare la presenza di cancro alla prostata. Si tratta di uno screening precoce individualizzato per uomini di età superiore ai 50 anni. Molti medici e specialisti raccomandano un test del PSA, soprattutto se il cancro alla prostata è di famiglia.