QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Puoi ancora essere “maschile” senza essere etichettato come “tossico”?

Puoi ancora essere “maschile” senza essere etichettato come “tossico”?

Ascolta l'episodio qui:

Jeff Willem (33) È co-conduttrice del podcast “Not Discussable”, che mira a rendere la salute mentale un argomento di discussione. Viene costantemente contattato sul podcast da uomini che si sentono soli. “Ogni giorno riceviamo un piccolo flusso di lettere. Gli uomini scrivono che si sentono molto soli e non sanno quale sia il loro ruolo nella nostra società e come possano essere utili. È così da alcuni anni, ma è davvero è aumentato.”

La solitudine può portare all’estremismo

Non solo gli uomini rispondono al podcast di Jeff sulla salute mentale, ma riceve anche molti messaggi da donne. “È un argomento difficile, ma dobbiamo approfondirlo. In questo momento ci troviamo tra due estremi: l'ideale patriarcale e l'ideale femminista. Penso che ci siano molte cose positive su entrambi i lati dello spettro. Probabilmente è una questione caratteristica degli esseri umani che le parti estreme della società interagiscono continuamente tra loro. ”

Tuttavia, Jeff nota che le cose sono peggiorate negli ultimi anni. Secondo lui, i social media svolgono un ruolo importante in questa questione. “Gli uomini vedono video di donne che aggrediscono altri uomini, e le donne vedono video in cui accade il contrario. Ci fa sentire che tutto è più estremo di quanto non sia in realtà.”

“Potremmo anche essere radicalizzati noi stessi. Anche la solitudine è uno dei maggiori fattori di radicalizzazione. Ecco perché capisco perché alcuni uomini sono attratti da Andrew Tate.”

Jeff Willem, conduttore del podcast

“Piccola energia del cazzo”

Jeff crede che il femminismo possa essere inclusivo in teoria, ma che una piccola parte di esso non sia affatto accogliente. “Se un hashtag come 'MenAreTrash' può fare tendenza, non si può più parlare di inclusività. Naturalmente, un caso o un individuo non rappresenta mai un intero gruppo, ma molti uomini rispondono ancora alla minoranza che dice queste cose.”

“Noto anche un doppio standard. Se un uomo si comporta in modo indesiderato, a volte si parla di 'energia del pene piccolo'. Ma non farei mai un'accusa simile a una donna, tutto qui. Nella mia carriera. “Abbiamo bisogno di essere più imparziale. “Perché concentrarsi sulla lunghezza, dimensione o pesantezza del pene di qualcuno?”

Dimitris Bousoulas (34) Lavora presso l'ACV di Anversa e offre anche allenamenti di fitness personali. Lì cerca di lavorare nel modo più completo possibile. “Sono cresciuto come un ragazzo, frequentando gli spogliatoi del calcio. Era quasi impossibile per me essere più un ragazzo. La paura più grande allora era che sarei stato visto come una 'femminuccia'. Ora non mi importa più .”

La mancanza di scopo è separata dal sesso

Dimitris, che ora ha 34 anni, non avrebbe mai ascoltato una figura come Andrew Tate, ma avrebbe potuto seguirlo quando aveva 16 anni. “Ora che sono più grande e ho una relazione significativa con una donna, so cosa comporta il comportamento tossico per le donne. Quando avevo 16 anni, non ci pensavo affatto.”

Dimitris Bousoulas, personal trainer

Dimitris sottolinea che gli uomini non sono gli unici ad avere difficoltà a trovare uno scopo nella vita. “Gli obiettivi tradizionali erano belli: avere una famiglia e prendersi cura di essa. Ma penso che la mancanza di scopo di oggi sia indipendente dal genere. Penso che sia difficile per tutti, soprattutto i giovani, trovare un obiettivo da perseguire che ci si possa impegnare A.”

Dare l’esempio con un messaggio positivo

“A questo proposito, capisco perché i giovani seguono Andrew Tate, perché quello che dice è semplice e chiaro. Uno dei miei modelli è stato il fenomeno di Internet Jake Paul. È sempre stato molto mascolino.”

“Ma un modello deve soprattutto trasmettere un messaggio positivo. Deve essere qualcuno che incoraggia i giovani a dialogare tra loro, in modo che possano entrare in contatto con persone con cui inizialmente non avrebbero avviato una conversazione. Se avessi avuto un simile modello da seguire nella mia giovinezza, avrei detto “Adesso arriverò al punto in cui sono molto più veloce”.

Laura Mastari (30) Ha scritto il suo dottorato in sociologia sul conformismo di genere tra i giovani e i meccanismi alla base di esso. “Le tradizionali norme di genere che gli uomini devono affrontare hanno sempre avuto un impatto negativo sulla loro salute mentale. L'ho visto anni fa. Ma il femminismo è ora più presente, quindi gli uomini stanno davvero iniziando a mettere in discussione cosa significhi essere un uomo.”

“polizia di genere”

Laura afferma che la sociologia ha diverse spiegazioni sul motivo per cui le norme di genere sono così convincenti tra gli uomini. “Se consideriamo gli uomini e le donne come gruppo, possiamo dire che nel complesso gli uomini occupano una posizione dominante”.

“È tipico per i gruppi dominanti avere regole molto rigide su chi appartiene a quel gruppo. Tutto ciò che è femminile non appartiene al gruppo dominante. Questi confini sono strettamente sorvegliati. Questo si chiama 'polizia di genere.'”

Laura Mastry, sociologa

“Soprattutto durante la pubertà, notiamo che i giovani fanno molta “polizia di genere”. I commenti sulle norme di genere e su chi non le rispetta possono essere molto dannosi. Sappiamo che questi commenti vengono fatti principalmente tra gli uomini.”

Le norme di genere non sono neutre

“Oggi esistono forme alternative di mascolinità, ma durante l’adolescenza vengono definite in modo così rigido e ristretto che ancora oggi i giovani sono sottoposti a un’enorme pressione per conformarsi a questi standard”.

Nelle norme di genere ci si trova sempre di fronte al lato del gruppo dominante. Non puoi separare queste cose l'una dall'altra, dice Laura. “Vediamo che le donne vengono incoraggiate a seguire la tendenza STEM, ma vediamo molte meno resistenze”.

“Gli uomini non sono incoraggiati a lavorare nel settore sanitario. Questo perché oggi le professioni sanitarie hanno un prestigio molto inferiore. Quindi le differenze di genere non sono neutre.”

'mi capisci adesso?' è un podcast per e fatto dai giovani, condotto da Aurélie Bovey. O'Reilly parla con persone sui vent'anni che hanno qualcosa da dire su un argomento attuale in base alla loro esperienza o competenza. In questo modo è possibile ascoltare punti di vista e opinioni diversi nella discussione. Il podcast è disponibile anche su VRT MAX.

READ  VB 24/7. Pat Crimson porta sua figlia dal parrucchiere e Eddie Plunkett balla con Elara | mondo dello spettacolo