QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Putin ed Erdogan chiamano: la Russia vuole negoziare, ma poi l’Ucraina deve smettere di combattere

Il presidente russo Vladimir Putin ha avvertito l’Ucraina che parlerà solo se tutti i desideri del Cremlino saranno soddisfatti e se le forze di Zelensky smetteranno di combattere. Putin lo ha fatto in una telefonata con il presidente turco Erdogan.

Il Cremlino ha visto molte esitazioni questo fine settimana. Il presidente francese Macron ha chiamato questo pomeriggio per circa due ore, questa mattina è stato il turno del presidente turco Erdogan. Putin ha chiesto la dichiarazione di cessate il fuoco e l’avvio dei negoziati di pace.

Ma Putin ha avvertito nella conversazione che vuole a modo suo. Il presidente russo ha affermato che i negoziatori ucraini dovrebbero assumere un “atteggiamento più costruttivo” durante i negoziati e “tenere conto dei fatti sul campo”. Secondo Putin, la sua “operazione speciale” in Ucraina è andata secondo i piani ei tempi. “È stato anche sottolineato che l’operazione speciale potrebbe essere sospesa solo se Kiev interrompesse immediatamente tutte le operazioni militari e rispettasse i requisiti russi noti”, ha affermato il Cremlino in una nota dopo la telefonata. “Gli ucraini stanno anche usando i negoziati per prolungarli, in modo che le forze armate possano raggruppare le loro forze”.

READ  Protest tegen 'puinhoop' coronabeleid legt groot deel Franse scholen plat