QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Putin firma una legge per mobilitare i russi condannati per gravi crimini

Archivia l’immagine. © via Reuters

I cittadini russi condannati per omicidio, rapina, traffico di droga e altri gravi crimini di guerra possono ora essere mobilitati in Ucraina. Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato una legge per renderlo possibile. Comprenderà centinaia di migliaia di russi che sono stati recentemente condannati o rilasciati e non possono ancora essere chiamati a prestare servizio nell’esercito. Non sono ammissibili i trasgressori condannati per abusi sui minori, tradimento, spionaggio o terrorismo.

waferfonte: CNN

Negli ultimi mesi il Paese ha già mobilitato più di 300mila civili per la guerra in Ucraina. Lo ha annunciato venerdì il presidente russo Vladimir Putin. Secondo Putin, la cifra è superiore a quanto inizialmente annunciato “per l’arrivo di molti volontari”.

Putin ha annunciato la mobilitazione parziale a settembre dopo una serie di perdite dell’esercito russo in Ucraina. Poi il ministro della Difesa Sergei Shoigu ha annunciato la mobilitazione di 300.000 riservisti.

A fine ottobre il ministro ha annunciato che la mobilitazione era stata completata e che la maggior parte dei convocati aveva già ricevuto una formazione. Shoigu ha detto che non c’era intenzione di chiamare più riservisti e ha detto che il reclutamento di volontari era ancora in pieno svolgimento. Né ci sarà carenza di soldati professionisti.

READ  Ex presidente del parlamento britannico condannato per bullismo