QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Qual è la probabilità di un’invasione russa dell’Ucraina? “L’unica logica è che non c’è logica nella testa di Putin”.

Un veterano della Guardia Nazionale Azov dell’Ucraina conduce esercitazioni militari per civili. © Reuters

La minaccia di un’invasione russa dell’Ucraina è reale. Lo stesso è vero che non c’è alcuna invasione. “Il presidente russo Putin è molto imprevedibile”. Lo ha detto il massimo rappresentante ucraino in Belgio Yehor Pivovarov domenica in “Il settimo giorno”. “Dobbiamo essere ben preparati”.

Migliaia di soldati russi si trovano attualmente al confine con l’Ucraina. L’Occidente ha paura di un’invasione e vuole prepararsi a questa minaccia, ma il presidente ucraino Volodymyr Zelensky soddisfa. Invita l’Occidente a non farsi prendere dal panico per il suo paese. “Se hai sentito alcuni leader occidentali, penseresti che ci sia davvero una guerra qui”, ha detto Zelensky durante una conferenza stampa lo scorso venerdì. Zelensky ammette che esiste il pericolo che la Russia invada l’Ucraina. Solo: secondo lui, questo rischio esiste da molto tempo e ora non è aumentato.

Secondo il più alto rappresentante ucraino in Belgio Yehor Pivovarov, questo è un forte segnale interno del presidente. “La guerra russa in Ucraina, iniziata nel 2014, ha molteplici dimensioni”, ha detto domenica Pivovarov, che domenica è stato ospite per la prima volta allo studio “Seventh Day”. “La guerra psicologica e la propaganda ne fanno parte”.

Leggi anche. La minaccia russa avvicina gli ucraini: “Siamo il figlio indesiderato dell’Europa” (+)

Pivovarov ha sottolineato che i servizi di intelligence del suo paese stanno facendo il loro lavoro, il che consente loro di scoprire esattamente quante truppe ci sono al confine con la Russia. Ha confermato le voci precedenti secondo cui “ci sono circa 130.000 persone lì”. “Quindi il messaggio principale di Zelensky è non farsi prendere dal panico, perché la nostra società è sottoposta a questa pressione da otto anni e le forze la stanno controllando”.

“Non credere a una parola di Putin”

E se la Russia non stesse pianificando una vera invasione, ma stesse essenzialmente cercando di destabilizzare l’Ucraina, come afferma il presidente Zelensky? Secondo Pivovarov, l’ultima cosa che Putin vuole è un’Ucraina democratica e stabile. D’altra parte, l’Ucraina fa parte del suo piano per l’Unione Sovietica 2.0. D’altra parte, il successo dell’Ucraina è un osso nella gola di Putin: “Purtroppo non possiamo prevedere cosa ha in mente Putin. L’unica cosa su cui puoi contare è la mancanza di qualsiasi logica”.

Non crediamo a una parola di quello che dicono il governo Putin e il ministro Lavrov. Dobbiamo essere ben preparati”. più forti di noi dopo la rivoluzione.

Nel frattempo, c’è un atteggiamento diviso in Europa nei confronti della situazione al confine ucraino. La Gran Bretagna afferma che proporrà alla NATO di schierare truppe, navi da guerra e aerei da combattimento in Europa “su larga scala”.. Nel frattempo, la Germania è riluttante a intervenire militarmente.

READ  La ragazza australiana scomparsa Cleo Smith (4 anni) ritrovata viva e riunita ai suoi genitori: "La nostra famiglia è di nuovo intera" | Notizia