QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Qualcomm Snapdragon Spaces si sviluppa per occhiali per realtà aumentata

Foto: Qualcomm

Con Snapdragon Spaces, Qualcomm vuole colmare il divario tra gli occhiali AR e il tuo smartphone. L’iPhone di Apple rischia di cadere sul ciglio della strada.

Il Metaverso dovrebbe diventare l’hype tecnologico del 2022. Mita ha grandi progetti, ma abbiamo già visto anche Microsoft e Cisco Sviluppa nuove applicazioni virtuali per le loro piattaforme di videoconferenza. Tuttavia, per poter utilizzare correttamente la tecnologia, sono necessari occhiali per la realtà aumentata. Le aspettative indicano che molti produttori di smartphone svilupperanno i propri occhiali per realtà aumentata il prossimo anno. Quindi Qualcomm sta lavorando a una nuova piattaforma che garantisce che quando acquisti occhiali per realtà aumentata, funzionino anche con il tuo smartphone. La tua piattaforma software Si chiameranno spazi Snapdragon.

Dato che la tecnologia dei chip di Qualcomm è presente in molti smartphone e dispositivi VR/AR oggi, il software che collega questi diversi chipset sembra il prossimo passo logico per Qualcomm. Concretamente, ciò che fa il software è trasformare le app che apri sul tuo smartphone in una realtà aumentata. Questo crea una miscela tra il mondo reale e il mondo virtuale.

Con Snapdragon Spaces, puoi trasformare il tuo soggiorno in una pista di F1. Credito immagine: Qualcomm.

Qualcomm sta già aprendo la sua piattaforma software Snapdragon Spaces a partner di vari settori. Lenovo / Motorola, Xiaomi e OPPO, tra gli altri, hanno già mostrato interesse, da parte degli sviluppatori di app, Epic Games e Niantic sono i nomi più importanti.

Non c’è posto per iPhone

C’è uno sviluppo: Snapdragon Spaces sarà inizialmente compatibile solo con un numero limitato di chipset Snapdragon. Non ti sorprenderebbe che questi provengano principalmente dal chip premium, sebbene Qualcomm non abbia menzionato i chip per nome nel comunicato stampa. Pertanto, il Metaverse sarà solo per un gruppo selezionato di persone che hanno uno smartphone di punta nella sua prima fase.

READ  La sonda Curiosity della NASA rileva strane nuvole colorate sulla superficie di Marte

Poiché il software è compatibile con l’hardware del produttore del chip, sembra che ci siano anche cattive notizie per i possessori di iPhone 13 e Pixel 6 Pro. Dopotutto, Apple è passata a un chip Bionic prodotto internamente dall’iPhone 11, Google ha anche scelto il proprio SoC Tensor dal Pixel 6.

Nota: questo prodotto richiede JavaScript.