QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Quasi 20mila acquirenti nel centro di Gand nel giorno più frenetico dall’inizio della crisi Corona: “Ormai siamo abituati a mantenere le distanze” | Notizie su Instagram VTM

GentLangmont era pieno di gente un venerdì pomeriggio. Anche Feldstraat e Kornmarkt traboccavano. Le strade non sono bloccate. Secondo il virologo Mark Van Ranst, questa non è necessariamente una situazione pericolosa, perché le città hanno già una certa esperienza nell’organizzare giornate di shopping impegnative in modo Corona-safe.


Jill Dundt, Sophie Van Weinberg, Christoph Ferrick


Ultimo aggiornamento:
17:29




A mezzogiorno, l’affollata metrica online della città di Gand era rossa. Ciò significa che era molto affollato e i visitatori sono alla ricerca di un bel posto diverso dalle tradizionali vie dello shopping di Gand. A Langemunt c’è stato un ingorgo sul lato del Vrijdagmarkt a causa di una lunga fila davanti a Primark. C’erano anche molte persone su Veldstraat e Korenmarkt.

Poco dopo mezzogiorno, i parcheggi sotto Vrijdagmarkt e Kouter si riempiono. Ovviamente, molte persone sono venute a Gand per una giornata di shopping durante il fine settimana prolungato. Sia a Langemunt che a Veldstraat, i padroni di casa o “Corona Information Coaches” hanno tenuto d’occhio la folla.

Continua a correre a Langemunt. © Christophe Ferric

“Sono sempre presenti nelle ore di punta come i fine settimana e il mercoledì pomeriggio”, spiega il sindaco Matthias de Klerk (Open Vld). “Insieme alla polizia e al monitoraggio della comunità, sono i nostri occhi e le nostre orecchie sul sito. Possiamo anche monitorare le folle tramite telecamere. Se il luogo è molto affollato da qualche parte, gli istruttori di Corona, la polizia o le guardie della comunità possono andare lì per incoraggiare le persone a esplorare una zona diversa e altro ancora. “Tranquillo a Gand Si contano circa 19.500 persone sull’asse Veldstraat-Korenmarkt-Langemunt” Questo è il giorno più impegnativo dallo scoppio del Coronavirus “.

“Al momento non ci sono ancora strade chiuse, e speriamo anche che non sia necessario”, spiega il sindaco. “Siamo anche preparati per domani. Dipenderà molto dalle condizioni meteorologiche se ci sarà ancora tanta gente, ma verranno prese di nuovo le misure necessarie. Se ci sono troppe persone in certe zone, possiamo ancora chiudere la strada”.


citazione

Se le persone riescono a mantenere una distanza sufficiente e seguire le istruzioni degli allenatori Corona, penso che possano farlo

Virologo Mark Van Ranst

Secondo il virologo Mark Van Ranst, non molte persone devono essere un problema. Certo, è difficile valutare la situazione dall’esterno. Ma se le persone riescono a mantenere una distanza sufficiente e seguire le istruzioni degli allenatori Corona, penso che possano farlo. È importante che tutti indossino maschere per il viso. ”Le maschere per la bocca sono obbligatorie ovunque nell’abitacolo di Ghent, anche all’aperto.

Non è più raro

Le 20.000 persone in città potrebbero impiegare un po ‘di tempo per abituarsi dopo più di un anno di assenza da loro, secondo Van Ranst, ora siamo abituati a poche cose. “Città come Gand e Anversa hanno già organizzato domeniche per lo shopping, cosa che ha attirato molte persone. Le misure di sicurezza che hanno preso in quel momento sono in vigore ora e va bene. A proposito, il pubblico è abituato a mantenere le distanze e indossare maschere facciali. Chiunque veda una situazione pericolosa dovrebbe andarsene. “.

Domani, secondo “giorno di shopping” del weekend libero, Van Ranst offre il seguente consiglio: “Stai lontano dalle zone più trafficate e trova delle alternative. Mettiti la mascherina e spostati altrove se vedi che è davvero troppo affollato”.

READ  Wiese-Anderlecht inizia due ore fa: 'Il sindaco teme la violenza'