QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Queen Nairt tra Kenya e Tokyo con fiducia: ‘Questa è un’ottima regina’ | le Olimpiadi

Il maratoneta Quinn Naert ha appena completato con successo un corso di allenamento in quota di 4 settimane in Kenya e, dopo aver visitato la Camera climatica di Gent, ha trovato il tempo per la stampa prima di recarsi in Giappone sabato. Ha detto: “Sto bene”. “Se questo non è il caso a questo punto della preparazione, non sei in buona forma.”

Da venerdì Regina Nairt (31) Di ritorno in campagna: “Ora sono in giorni difficili in termini di allenamento dopo l’escursione, ma sta andando ancora molto bene. Dobbiamo superare questo per 10 giorni e quindi è un lavoro mentale verso Sapporo”. Lì, a 1.000 chilometri da Tokyo, la maratona si terrà l’8 agosto.

Cosa ci faceva in Kenya? “Ero a Iten, il distretto del running in Kenya, dove si trovano tutti i migliori performer. La mia giornata sembrava quella di un atleta professionista: dormire, mangiare e letteralmente allenarsi. Nient’altro”.

“Non ho visitato nulla lì, non ne avevo bisogno. Mi sono allenato così bene che ero contento di poter andare a letto dopo cena. Questo è un buon segno”.

“Era la mia prima volta in Kenya, quindi ho deciso di andare sul sicuro. Non c’è lusso lì, ma ho soggiornato in un hotel belga con docce regolari”. Quindi fare la doccia sotto un “tubo” come Bashir Abdi in Etiopia non era uno di questi.

“Era la mia prima volta, ma sicuramente non l’ultima. Stiamo già programmando di nuovo”. (leggi sotto l’immagine)

Bashir Abdi in Etiopia.

“Sogno l’oro, ma mi sento bene quando ho ottenuto tutto da esso al 20° posto”

Per quanto riguarda il gaming, Naert ha fatto molti sacrifici, diventando padre per la seconda volta solo pochi mesi fa. Sorella di fratello di 4 anni. Ha lasciato queste due persone per un mese.

“È stato molto difficile. Non solo per me, ma anche per mia moglie. Mia figlia aveva 10 settimane quando me ne sono andato. Sono contento che mi conosca ancora e possa sorridere quando mi vede di nuovo. Ha fatto qualcosa per me”.

La sua famiglia è stata anche la ragione per cui Nairt ha scelto il Kenya. “Poi potevo tornare a casa per un’altra settimana. Il primo piano era di fare quattro settimane in altitudine in America, poi una settimana al livello del mare in America e poi due settimane e mezzo in Giappone. Ma era molto lontano da casa. “

“Non hai il jet lag con il Kenya quindi posso andare a casa per un po’. È un po’ più difficile: mangiare, dormire e allenarsi qui non è possibile per una settimana. Ma ti riprendi così tanta energia da questi due piccoli pagani e da mia moglie mi serviva per fare quel film.” L’ultima mentalità è verso Tokyo.”

Vedere 2 pagadard e mia moglie per un’altra settimana mi dà lo scatto mentale di cui ho bisogno.

Regina Nairt

Cosa si aspetta Nirt dai giochi in termini sportivi? Qualche mese fa ha corso una mezza maratona di pubbliche relazioni e ha parlato della migliore regina nerd.

“Ora ho anche un’ottima preparazione. Sono stato in grado di fare tutto ciò che volevo. Il mio corpo è pronto e sono preparato mentalmente per questo. Quindi c’è anche un’ottima regina qui”.

“Vado lì per fare del mio meglio. Ho ancora 3 settimane da fare e voglio raggiungere il picco quando ho bisogno di essere lì. Sembra buono, ma è ancora una maratona”.

“Il tempo sarà critico”. A Sapporo è meno caldo e umido che a Tokyo, ma qui c’è ancora una grande differenza. Questo è il motivo per cui Nairt visiterà più volte la Camera climatica dell’Università di Gent questa settimana, lavorando a 33 gradi e 72% di umidità.

“È così pesante, sto ancora sudando”, ha detto Naert durante l’intervista. “È meglio prepararsi in condizioni molto difficili. Abbiamo scelto una condizione molto buona. Questo ti permette anche di adattarti meglio: al percorso, al tempo, al jet lag”.

Nirt sognava una medaglia o una medaglia d’oro. “Ma questo non è dato a tutti. Ce ne sono solo 3. Il sogno è diverso dalla realtà. Faccio fatica ad apprezzarlo. Non ho ancora visto la lista dei partecipanti”.

“Un top 16 o meglio 8 sarebbe fantastico. Ma se ora ho 20 anni e ho fatto tutto il possibile e ho avuto una buona giornata, non penso che dovrei essere deluso. Allora 19 è meglio di me. Questo è dove devi essere come atleta che può conviverci.””.

Non pensare al tempo. “Sarebbe così pesante e caldo che il tempo sarebbe 0.0. Le condizioni meteorologiche lo renderebbero un campo di battaglia”.

Le condizioni meteorologiche ne faranno un campo di battaglia. Ma siamo in ottima forma e quindi meglio adattati: al tempo, al jet lag, alla pista.

Regina Nairt

Vedi il resoconto sulla rivista:

Queen Nairt: “Il tempo ne farà un campo di battaglia”

READ  Francia e Inghilterra hanno aperto in vista dell'Europeo con una vittoria e un pareggio | Campionato europeo di calcio 2020