QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Questo popolare farmaco può anche curare il cancro della pelle: “Ma non provarlo tu stesso”

Porta belga


Quando le cellule del melanoma cercano di sopravvivere al trattamento del cancro, smettono di moltiplicarsi per “nascondersi” dal sistema immunitario. “Queste cellule possono successivamente formare una nuova massa tumorale”, spiega la ricercatrice sul cancro Eleonora Leuven (KU Leuven). “Ma per sopravvivere al trattamento del cancro, quelle cellule inattive devono mantenere sempre in funzione le loro ‘fabbriche di energia’ – i mitocondri. Poiché i mitocondri discendono da batteri che sono venuti a vivere nelle cellule nel tempo, sono molto sensibili a un certo tipo di antibiotico. Questo ci ha dato l’idea di usare questi antibiotici come trattamento per il cancro della pelle”.

I ricercatori hanno trapiantato cellule tumorali da pazienti in topi, che sono stati poi trattati con antibiotici, sia come monoterapia che in combinazione con le terapie anti-melanoma esistenti. “Gli antibiotici hanno ucciso rapidamente molte cellule tumorali, quindi possono essere utilizzati per risparmiare tempo prezioso: il tempo necessario affinché l’immunoterapia abbia effetto”, afferma Leucci. “Nei tumori che non rispondono più ai trattamenti, gli antibiotici allungano la vita dei topi. In alcuni casi, i topi sono stati curati”.

I ricercatori hanno lavorato con antibiotici che vengono usati raramente contro le infezioni batteriche a causa dell’aumento della resistenza agli antibiotici. Tuttavia, questa resistenza non ha avuto alcun effetto sull’efficacia del trattamento in questo studio, spiega Leucci. “Le cellule tumorali sembrano essere molto sensibili a questi antibiotici. Quindi possiamo iniziare a usare gli antibiotici come farmaco contro il cancro invece delle infezioni batteriche”.

READ  Il poliovirus è stato ritrovato nella fogna di Science Park Bilthoven

Non provare te stesso

Tuttavia, i pazienti con melanoma non dovrebbero iniziare a provare se stessi, avverte Leucci. “I nostri risultati si basano sulla ricerca sui topi, quindi non sappiamo quanto sia efficace questo trattamento negli esseri umani. Il nostro studio si riferisce a un solo caso umano. A un paziente con melanoma sono stati somministrati antibiotici per curare un’infezione batterica, che ha causato il melanoma resistente a rispondere una volta ogni tanto. Questo risultato è incoraggiante, ma sono necessarie più ricerche e più studi clinici per studiare l’uso degli antibiotici come trattamento per il cancro. In collaborazione con l’oncologo Oliver Bechter (KU Leuven/UZ Leuven), che è il co -autore di questo studio, stiamo esplorando le nostre opzioni.” .