QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Rabbia in Francia: l’ex soldato (50 anni) viene picchiato a morte davanti alla moglie mentre lascia il ristorante | All’estero

Si dice che Koef sia stato preso a pugni più volte in faccia da uno o più uomini nel parcheggio del ristorante il 29 ottobre, dopo di che è caduto a terra e ha perso conoscenza. Sua moglie è rimasta leggermente ferita. Dopo la brutale violenza, gli aggressori sono fuggiti. L’ex paracadutista è stato portato all’ospedale di Tolosa, dove l’uomo in morte cerebrale è morto domenica 31 ottobre.

Dopo che il nome della vittima è stato rilasciato lunedì, sono arrivate le espressioni di sostegno. “Ho servito con lui per anni in Africa e nei Balcani. È stato con i paracadutisti francesi (RGP) per 17 anni. Nove anni fa ha lasciato il reggimento ed è andato a lavorare nel settore edile. Era un bravo ragazzo, molto laborioso “Un grande amico”, ha detto il capo del VA. Sui social media, gli utenti lodano la vittima, ma negano anche la loro rabbia e l’incomprensione di quanto accaduto.

Allo stesso tempo, è in corso un’indagine per scoprire come questa violenza possa essersi verificata e, soprattutto, per identificare l’autore o gli aggressori. Secondo le prime informazioni, la vittima avrebbe litigato con diverse persone nel ristorante. Emmanuel Coif aveva lasciato rapidamente il ristorante prima di essere picchiato davanti a sua moglie. Nel parcheggio, però, non c’erano telecamere di sorveglianza. Gli investigatori cercano di identificare l’autore (s) utilizzando la testimonianza della moglie della vittima.

READ  Il giudice supremo polacco respinge la sentenza della Corte europea sullo stato di diritto | all'estero