QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Rapporto del Pentagono: nessuna prova che gli UFO siano extraterrestri, ma…

L’intelligence statunitense non ha trovato prove che oggetti volanti non identificati (UFO) osservati negli ultimi due decenni provenissero da extraterrestri, secondo un nuovo rapporto. Ma nemmeno quello che volava poteva essere rimosso.

L’anno scorso, il governo degli Stati Uniti ha rianimato una task force che si occupa dell’identificazione di oggetti volanti non identificati, anche se non li chiama più così. Il Pentagono ha coniato il termine Fenomeni atmosferici non identificati (UAP) nel dicembre 2017 per sostituire gli UFO perché troppo rischiosi.

Ma non importa come lo chiami, anche il tanto atteso rapporto di questa task force è inconcludente sulle oltre 120 opinioni inspiegabili negli ultimi 20 anni, affermano gli alti funzionari che sono già stati in grado di vedere il rapporto. Sopra New York Times. A proposito, questi sono osservatori affidabili e in molti casi piloti militari, come nel caso delle foto Rilasciato l’anno scorso.

Non è stato causato dalla tecnologia militare o americana, ma i ricercatori non sono stati in grado di trovare una spiegazione per questo fenomeno. Ad esempio, per quanto riguarda la velocità degli oggetti, o la loro capacità di cambiare direzione, continuano a brancolare nel buio.

Secondo l’intelligenza, è possibile interpretare alcune di queste scene come tecnologia sperimentale di altre grandi potenze. Il timore è che la Cina o la Russia stiano testando la tecnologia ipersonica.

Proprio perché non si può spiegare esattamente quali siano gli oggetti o i fenomeni, il governo non può escludere che i fenomeni siano ancora di natura extraterrestre, secondo il rapporto, che sarà presentato ufficialmente a fine mese.