QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Recensione di Guilty Gear Strive – Ottimo anche per i principianti

Guilty Gear è senza dubbio una delle migliori serie del genere picchiaduro. Tuttavia, non ha mai goduto della popolarità di Street Fighter o Tekken. Ciò è in parte dovuto allo stile pazzo. Dopotutto, l’evoluzione degli anime giapponesi interamente sull’estetica rock e metal occidentale non è per tutti. Quello che sicuramente non ha aiutato è stata l’enorme curva di apprendimento. Guilty Gear è velocissimo, infrange tutte le regole del genere con una miriade di sistemi e quando vedi combo realizzate dai professionisti, getti rapidamente la spugna come giocatore meno fanatico.

Guilty Gear -Strive-, l’ultimo gioco della serie, sta cercando di attingere a un pubblico più ampio affrontando questa curva di apprendimento. Rende i combattimenti più lenti, più ponderati e molte volte più accessibili. Mentre un simile approccio dopo Street Fighter V può sembrare un cattivo piano, Guilty Gear se la cava bene. Guilty Gear Strive, infatti, non è solo il gioco più accessibile della serie: è anche uno dei migliori picchiaduro degli ultimi anni.

miglioramenti

Questa non è la prima volta che Guilty Gear è diventato più accessibile ai nuovi arrivati. Le diverse versioni di Guilty Gear Xrd hanno enormi tutorial che hanno coperto praticamente ogni situazione di combattimento in modo divertente. Una grande idea in sé, ma a parte quei tutorial, Xrd ha aggiunto più complessità. Per tenere il passo, come nuovo giocatore, dovevi imparare a giocare in modo offensivo e trasformare ogni opportunità in infinite combo gatling. E non sto nemmeno parlando di contatori di tensione, annulli romani e dozzine di personaggi completamente unici, ognuno con i propri trucchi da imparare.

Lotta affronta lo stesso problema, ma nel suo nucleo. Il cambiamento più grande è che i Gatlings come li conosciamo stanno diventando un ricordo del passato. Non puoi più trasformare un “pugno” rapido e breve in un danno enorme combinandolo sempre con il prossimo attacco più pesante. Invece, le combo sono più brevi e più facili da eseguire, spesso iniziano con un attacco più serio e più pesante. Questo crea, per Guilty Gear, un flusso più lento, poiché dovresti sentirti meglio prima di subire danni.

READ  Fidan Ekes e Renzi Klammer smetteranno subito con De Voravo...
L’equilibrio che Strive trova qui sembra più giusto e più semplice per i nuovi arrivati.

Tuttavia, Strive sembra ancora Guilty Gear. Il gioco può porre una maggiore enfasi sulla “neutralità del gioco”, ma essere comunque punito per eccessiva difesa o fuga. Ottieni comunque un segnalino speciale per ogni mossa in avanti e sarai colpito più duramente se giochi troppo a lungo, troppo codardo. Esistono ancora anche le cancellazioni del romanzo, e sono più importanti che mai. Questo attiverà un attacco nemico per ribaltare istantaneamente le carte in tavola o annullerà il tuo attacco per espandere la tua collezione. Non essendoci gruppi Gatling, quest’ultimo in particolare è ora più visibile. L’equilibrio che Strive trova qui sembra più giusto e più semplice per i nuovi arrivati.

nuova meccanica

Un buon esempio di questo equilibrio può essere trovato nella nuova meccanica di rottura dei muri. Ora puoi colpire un avversario intrappolato attraverso il muro colpendolo ripetutamente. Questo fa una discreta quantità di danni, ma comporta lo spostamento in un’altra parte della mappa. Qui entrambi i giocatori finiscono in mezzo, in posizione neutra, come è iniziata la partita. In questo modo sarai ricompensato per il tuo stile di gioco offensivo, ma l’avversario avrà ancora una volta buone possibilità di contrattaccare.

Rompere il muro non è sempre un ottimo sistema, ma è anche uno dei tanti modi in cui Strive rende il combattimento più pesante. È fantastico colpire un avversario contro il muro, per non parlare di hackerarlo. E il passaggio che segue è sempre bello. Anche le azioni più piccole, come un semplice contatore o il follow-up riuscito di un font grande, vengono rappresentate magnificamente. La telecamera si muove e il movimento rallenta con un soddisfacente crunch. Questo non solo ti dà il tempo di rispondere, ma ti fa anche sentire ogni colpo. Nessun gioco di combattimento ha una sensazione più forte di questo.

READ  Sony Xperia 1 III (da 1299€) riceverà gli aggiornamenti Android per soli due anni
Guilty Gear -Strive- è indistinguibile dall’animazione.

Questi tipi di panoramiche sono gli unici momenti in cui diventa chiaro che stai giocando a un gioco 3D, piuttosto che a un combattente 2D disegnato a mano. Xrd sembrava davvero carino e con Dragon Ball FighterZ e Granblue Fantasy Versus, Arc System Works sembrava aver perfezionato la formula grafica. Beh, non è così. Guilty Gear -Strive- è indistinguibile dall’animazione.

Come se volessero dimostrare l’ultimo punto, la modalità storia di Strive è letteralmente (ingiocabile) nel motore per circa quattro ore. Ora non direi che Guilty Gear ha una buona storia, ma almeno ha molte storie. Ancora una volta, la modalità storia è totalmente strana e difficile da seguire, ma l’azione è impressionante e almeno suscita interesse per i personaggi. Ad ogni modo, il fatto che funzioni come un anime mostra quanto sia unico lo stile di Guilty Gear.

Inconvenienti minori

L’unico aspetto negativo di Strive al momento è la quantità di contenuti. I soliti sospetti sono lì, da arcade e sopravvivenza, a un tutorial completo e multiplayer. Sfortunatamente, la modalità arcade non offre molto oltre a un’interessante battaglia contro i due boss. Il dojo è ancora una volta vasto, ma questa volta ti insegna un po’ di combo o abilità specifiche del personaggio. E mentre il multiplayer online ha un codice di griglia quasi perfetto, il sistema della lobby è inutilmente complesso come in altri moderni giochi di Arc System. Anche il numero di personaggi giocabili è deludente. Tuttavia, i quindici personaggi sono completamente unici, come ci si può aspettare da Guilty Gear. La buona notizia è che la tabella di marcia, come delineata all’inizio di questo mese, sembra promettente.

READ  Correzioni di bug di Apple Music, estensioni dell'app Meteo e altro

Nonostante abbia una quantità piuttosto scarsa di contenuti, Guilty Gear -Strive- è un po’ sbagliato. Il gioco fa esattamente quello che dovrebbe fare: reinventare Guilty Gear per un pubblico più ampio, senza rinunciare a ciò che rende Guilty Gear così speciale. Come i suoi predecessori, Strive è veloce, frenetico e folle, ma in un modo che i nuovi arrivati ​​possono capire e, si spera, non essere sorpresi subito. Se Guilty Gear non ha un futuro brillante con una base del genere, non è certamente a causa del gioco stesso.