QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

recensione | Il quindicesimo re dei combattenti

recensione | Il quindicesimo re dei combattenti- Il franchise di King of Fighters non è per i deboli di cuore. I giochi possono essere definiti molto caldi a causa del complesso sistema di combo e non per niente viene chiamato Dark Souls tra i combattenti. I sottoscritti lo conoscevano particolarmente con The King of Fighters XIII, l’ultimo gioco del franchise a presentare uno stile grafico 2D classico. Un gioco che sembra ancora carino adesso, cosa che non si può davvero dire di The King of Fighters XIV, purtroppo non disponibile su console Xbox. Ha fatto questo passo verso la grafica 3D e questo non è stato proprio il bersaglio. Con l’ultima aggiunta alla serie, The King of Fighters XV, ci sono molti miglioramenti da vedere nell’area grafica, ma anche il gameplay e i personaggi porteranno alcune modifiche. Tuttavia, è sufficiente per infrangere tutte le aspettative?

Shun’ei vs. Isola!

The King of Fighters XV continua in termini di storia subito dopo la parte precedente. “The Verse”, una grande entità simile a un demone che è riuscita a devastare durante il torneo King of Fighters. Questo torneo è stato organizzato da Antonov, un ricco russo che alla fine è stato sconfitto in questo torneo. Insomma, l’Antonov è stato licenziato e Vers è stato sconfitto (più o meno). Ciò che rende intrigante Verse è che si scopre essere l’altra metà malvagia di Shun’ei, un giovane con poteri speciali (strane armi chiamate “Spettri amplificati”, che aiutano in combattimento). Quindi King of Fighter XIV è stato l’inizio della saga di Shun’ei che continuerà in questa nuova parte.


Il gioco inizia con Anastasia che prende il controllo e organizza un nuovo torneo King of Fighters. Durante questo nuovo torneo, incontriamo Dolores, tra gli altri, che è interessata a Verse. Anche Isla appartiene a questa squadra (Team Rival) e ha lo stesso tipo di poteri di Shun’ei. È tutto molto misterioso ed è una storia che puoi svelare da solo, ma la presentazione generale di questo evento è molto modesta. Questo è un peccato, perché la storia in sé è molto interessante, e anche da varie altre squadre che puoi giocare con la modalità storia. Inoltre, anche la lotta contro i boss è fantastica, motivo per cui è un vero peccato che l’esibizione pubblica non sia presentata come un’esplosione. È un po’ imperfetto nell’esecuzione, ma sappiamo che ci siamo comunque divertiti.

READ  Il materiale è il nuovo standard per la casa intelligente e questi sono i vantaggi

La facilità di accesso ha il suo effetto

C’è molto da fare con The King of Fighters XV. Ciascuno dei 39 combattenti (13 squadre da 3) può ritirarsi un po’. Ovviamente hai le normali combo colpi e calci (Pugno leggero, Pugno pesante, Calcio leggero e Calcio pesante), che puoi combinare con input direzionali per creare speciali. Da qui le cose si complicano un po’. Hai anche la possibilità di eseguire (MAX) mosse Super Speciali e Climax Super Special. Ad esempio, era un’intenzione molto calorosa per il franchise lavorare con te bastone arcade etokki (o controller), ma ora sono state aggiunte ruote di allenamento. Esistono attacchi Rush: consistono nell’eseguire l’LP tre volte, con l’ultima voce che definisce cosa stai facendo. Per darti un’idea, ad esempio, puoi fare un triplo LP seguito da un HP per utilizzare una mossa super speciale. Per il tuo attacco più forte, colpisci semplicemente il LP quattro volte di seguito, il che lo rende ancora più semplice. È anche un peccato che le prestazioni del Climax Super Special siano le stesse per ogni combattente, sebbene ognuno sia diverso nello stile. La differenza nelle mosse speciali è diventata minore per questo motivo.

bianco

Il fatto che questo possa farci grattare molto la testa. Il franchise di King of Fighters ha sempre avuto il suo fascino grazie alla sua piccantezza, che viene in parte sacrificata rendendo più accessibile parte del suo gameplay. Comprendiamo che lo sviluppatore/editore vuole attirare più pubblico possibile e che questo gioco può essere un ottimo punto di ingresso. Tuttavia, sminuisce in parte la reputazione di gioco di combattimento “impegnativo e duro”. Non preoccuparti, c’è ancora una parte che separa la buccia dalla buccia. Le mosse di annullamento sono ancora lì: durante ogni mossa che lanci, puoi usare rapidamente un’altra mossa per annullare la mossa precedente e iniziare una combinazione diversa. A causa della mancanza di tempo, questo richiede molta pratica e quindi ottieni davvero il massimo da questo gioco. Fortunatamente questo elemento di base è rimasto invariato, tanto che il sentimento del re dei combattenti è ancora presente.

contenuto scarso

Abbiamo accennato in precedenza che puoi entrare in modalità storia con molti personaggi. Tuttavia, c’è molto altro da fare in questo gioco. Se sei un nuovo arrivato, ti consigliamo di eseguire il tutorial. Puoi imparare ogni tipo di movimento in modo semplice. Una volta che lo sai, puoi ovviamente investire molte ore nell’allenamento per padroneggiare molti combattenti diversi e provare le combo. L’altra parte che ti aiuta a migliorare è il compito. Ogni combattente ha cinque sfide, in cui devi eseguire correttamente combo complesse. Impari attraverso le missioni in un modo meraviglioso per padroneggiare i tempi stretti del sistema di combattimento/combo. Non possiamo negare di essere un po’ frustrati dal numero di sfide per ogni combattente. In The King of Fighters XIII, ce n’erano dieci per ogni personaggio, il che forniva momenti di apprendimento molto diversi.

READ  Gli iPhone disabilitati rimangono accessibili, anche per i malware

bianco

Se ti sei riscaldato dopo tutto questo allenamento, puoi combattere contro i tuoi compagni in modalità Versus offline. Online è ovviamente diverso. Hai diverse opzioni per combattere online. Prima di poterlo fare, puoi determinare la tua classifica online tramite round preliminari contro l’IA. Questo dovrebbe essere abbinato il più equamente possibile a qualcuno tramite partite classificate o casuali. Puoi anche impostare la tua squadra in anticipo (permanente o le tue squadre KOF), oltre a scegliere un personaggio solista. Inoltre, devi selezionare qui il tuo stile di gioco e impostare la tua regione. È un peccato che al momento in Europa non si possa combattere nessuno o si debba aspettare molto tempo. Ad esempio, ora dobbiamo combattere contro avversari globali, il che significa che stiamo sperimentando molto ritardo. Mentre il gioco utilizza un codice di annullamento netto (molto carino), con la quantità di latenza dobbiamo cancellarlo premendo. Oltre a combattere in modo competitivo, hai anche la possibilità di creare la tua stanza e invitare le persone, a combattere o semplicemente ad allenarsi tra loro. In termini di lavori online, funzionano tutti molto bene, ma attualmente sono un po’ tranquilli online nella nostra zona.

Graficamente molto bene

Anche se il contenuto sembra un po’ scarso, non possiamo fare a meno di elogiare la grafica del gioco. con materiale solido [email protected] (Sia su Xbox Series X | S che su PlayStation 5), il gioco funziona a meraviglia. Quindi possiamo essere brevi su questo. Necessario, ovviamente, perché il sistema di combattimento opera con tempistiche molto ridotte. A causa delle buone prestazioni del gioco (su entrambe le piattaforme), non siamo stati in grado di rilevare alcun frame che sfuggiva o input errati. Per il resto, lo stile 3D lucido può anche essere definito di grande successo. I tanti colori nei 13+ livelli in cui puoi combattere sono molto belli (e vari), con tutti i personaggi splendidamente rifiniti. Le donne, ad esempio, hanno una fisica extra che è assolutamente fenomenale, quindi c’è un punto in più nel farlo. Aggiungi a ciò un’emittente entusiasta con una OST super brillante e King of Fighters XV sa come trasformare tutto in una festa di fascia alta. Questa è una volta che sei in un gioco, perché la presentazione generale del gioco è piuttosto semplice.

READ  Gerucht: productieproblemen per il rilascio successivo del Samsung Galaxy S22

bianco

recensito in: Xbox serie X | S
Disponibile anche presso: PlayStation 4, PlayStation 5, PC

conclusione

Non tutte le aspettative sono state infrante. The King of Fighters XV si trova in una situazione difficile: graficamente non c’è nulla da criticare sul gioco. Molti combattenti sono ben sviluppati e anche la varietà del gameplay è sufficiente, in modo che ogni giocatore abbia abbastanza da scegliere da un buffet di 39 personaggi. Ci rammarichiamo del fatto che parte del gameplay sia diventata così accessibile al grande pubblico. È comprensibile, ma il franchise di The King of Fighters non dovrebbe soccombere troppo a questo. Il grande sistema di combattimento è proprio per la sua complessità e tempismo stretto che lo distingue dagli altri titoli di combattimento. Fortunatamente questi sono ancora ben combinati, solo che potrebbero essere più equilibrati. La funzionalità online è sufficientemente ampia e funziona correttamente, è un peccato che non siamo riusciti a ottenere un quadro chiaro dell’efficacia del codice di rete di annullamento. Tuttavia, la presentazione complessiva è molto modesta così come i contenuti che il gioco riesce ad offrire. Nonostante la presentazione scarsa e il fatto che non si avvicini necessariamente a The King of Fighters XIII, questo è un gioco di combattimento molto divertente.

Positivi

  • fantastico stile di disegno
  • Fisica davvero buona
  • Suona alla grande
  • Ampia scelta in linea
  • Numero di personaggi/squadre
  • Il feeling del King of Fighters è ancora buono
  • Recupero del codice di rete

negativi

  • Spettacolo
  • Piccola quantità di contenuti
  • Poche sfide di missione