QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ricerca gas: l’Italia conclude l’accordo con gli algerini | All’estero

Il primo ministro italiano Draghi lunedì ha firmato un accordo con il presidente algerino Ambelmadjid Tebboune e un’imponente delegazione italiana composta da due ministri e l’amministratore delegato della compagnia italiana del gas Eni con Sonatrach, la compagnia algerina del gas. In base all’accordo, l’Italia importerà altri nove miliardi di metri cubi di gas dal Paese. I due paesi hanno anche firmato un accordo generale sulla cooperazione energetica.

L’anno scorso Sonatrach ha già esportato 21 miliardi di metri cubi di gas dall’Algeria all’Italia attraverso il gasdotto TransMed fino a Mazara del Vallo in Sicilia. Ciò ha reso l’Italia il secondo importatore di gas in Algeria. Finora, la Russia è sempre stata il principale fornitore di gas per l’Italia. Circa il 40 per cento del gas italiano proviene dalla Russia.

Giovedì scorso, il Primo Ministro Drake ha accolto a Roma il Primo Ministro Root. All’epoca, i due espressero il desiderio di ridurre il più possibile la loro dipendenza dal gas proveniente dalla Russia.

Draghi ha affermato di voler accelerare la ricerca di fornitori di gas alternativi subito dopo l’invasione russa dell’Ucraina in modo che le famiglie e le aziende bisognose possano essere aiutate.

READ  Bauke Mollema trova inquietante l'inizio del Giro in Ungheria: "Siamo felici di essere in Italia"