QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Rinviare la votazione sulla formula del concorso e tornare al tavolo delle trattative | Jupiler Pro League

Su suggerimento di Lauren Barris, i playoff sono stati mantenuti, ma senza dimezzare il punto. I primi sei giocheranno per il titolo, i restanti otto potrebbero scendere tutti.

Ogni anno possono scendere fino a 4 squadre dalla 1A, da 2 retrocessioni dirette e 2 salti contro i numeri 3 e 4 dalla 1B. Incluso nella proposta: l’abolizione del voto multiplo e ulteriori 20 milioni di euro di fondi TV per 1B.

Beerschot, Cercle Brugge, Deinze, Eupen, Excelsior Mouscron, KV Mechelen, KV Kortrijk, KV Oostende, Lommel, Oud-Heverlee Leuven, RWDM, Seraing, Sint-Truiden, Virultton, Waasland-Beveren, Westerlo, Zyran.

Questi club hanno proposto due volte un formato a 18 squadre in un’e-mail a Lorin Parys. Alcune squadre sono state anche deluse dal fatto che non ci fossero più opzioni sul tavolo e che altri elementi avrebbero potuto essere fatti meglio.

Le ragioni dell’opposizione sono diverse. A causa delle grandi dinamiche di retrocessione/ascesa nel formato a 14 squadre, alcuni club temono che i club facciano investimenti finanziariamente irresponsabili in modo da non dover retrocedere.

Altri club sostengono che l’afflusso di giovani ne risentirà perché le squadre, che abbiano o meno relazioni esterne, inizieranno a pensare troppo nel breve termine. In un campionato con 18 o anche 20 giovani, dovrebbero essere date più possibilità.

Barris ora accetta la loro richiesta e rinuncia al suo ultimatum. Giovedì doveva essere trovata una maggioranza di due terzi per la sua proposta, altrimenti la competizione nel 2023-2024 sarebbe stata irreversibilmente una con 16 squadre. Ciò significa 3 retrocessioni nella prossima stagione.

READ  LIVE Giro: due profughi italiani, squadre di Van der Poel e Girmay check out | Giro d'Italia 2022