QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ronnie O’Sullivan vede scivolare lo snooker: ‘Siamo messi peggio che mai’ |  biliardo

Ronnie O’Sullivan vede scivolare lo snooker: ‘Siamo messi peggio che mai’ | biliardo

Il calendario internazionale dello snooker è più fitto che mai, con tornei in tutto il mondo. Tuttavia, il giocatore di spicco Ronnie O’Sullivan è cupo quando si tratta del futuro del suo amato sport. In un’intervista esplosiva, il sette volte campione del mondo ha citato l’uomo e il cavallo. Nel World Snooker Tour “non sono divertiti”.

Ronnie O’Sullivan non è un uomo che farebbe una strage nel suo cuore. E quando apre la bocca, spesso spara proiettili.

“Non devi essere Einstein per vedere che lo snooker è in condizioni peggiori che mai”, ha detto a The Sportsman.

O’Sullivan crede che pochissimi giocatori possano guadagnarsi da vivere con questo sport, perché l’attuale gestione del World Snooker Tour non riesce a convertire la popolarità dello snooker in montepremi più alti.

“Ora hai circa 10 milioni di sterline (poco più di 11 milioni di euro) in 25 tornei all’anno. Ma hai 128 giocatori in tour. Non può mai andare bene. Abbiamo bisogno di almeno tre volte tanto per rendere applicabile questo sport”.

Lo snooker è come uno sport da pub. È diventato economico.

Ronnie O’Sullivan

Il sette volte campione del mondo si concentra principalmente sulle persone coinvolte nel World Snooker Tour. “Non capiscono affatto. Queste non sono davvero le grandi luci. Hai bisogno di altre persone con una visione moderna. Perché non è così che usciamo da questa spirale negativa”.

A O’Sullivan non piacciono nemmeno i tentativi di attirare un pubblico più giovane. “È come uno sport da caffè. Guarda tornei come Shoot Out (dove giochi contro il tempo e vinci un frame) o qualche sito dove dobbiamo giocare: la magia di questo sport è sparita. È economico.”

READ  Dombrovsky e De Marchi si dividono il bottino, Evinpoil perde pochi secondi Giro d'Italia 2021

World Snooker Tour: “Rooney non è venuto all’incontro”

Il World Snooker Tour ha già risposto alla controversa intervista con Ronnie O’Sullivan. “Abbiamo avuto un incontro costruttivo con i giocatori sulla nostra visione per il futuro la scorsa settimana. Sfortunatamente, Rooney ha scelto di passare”, hanno detto sottilmente.

Eppure non incolpano del tutto la loro stella. “Ma WST sta davvero lavorando sodo sui problemi elencati da Rooney. Inoltre, le vendite dei biglietti sono migliori che mai e i premi in denaro sono aumentati da quando è arrivato Corona”.