QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ruud van Nistelrooy diventerà l’allenatore del PSV la prossima stagione: “Orgoglioso e pronto” Eredivisie

Van Nistelrooy è un grande nome in patria e all’estero: ha segnato costantemente con Den Bosch, Heerenveen, Eindhoven, Manchester United, Real Madrid e Amburgo, portando a titoli in Olanda, Inghilterra e Spagna. All’Orange, è stato bravo a segnare 35 gol in 70 partite internazionali.

Dopo la sua carriera attiva, ha scelto di diventare un allenatore. È stato assistente della squadra Orange dal 2014 al 2016, di Guus Hiddink e poi di Danny Blind. Nel 2016 è tornato a Eindhoven, dove è diventato l’allenatore offensivo delle giovanili del PSV. Dal 2018 al 2020 ha anche allenato il PSV-19, la scorsa stagione il PSV-18, in questa stagione lo Young PSV. A Euro 2020 era T2 per Frank de Boer.

Quindi ora c’è un nuovo passo. Roger Schmidt, l’attuale allenatore, ha indicato all’inizio di febbraio che si sarebbe arreso dopo due anni, concedendo al PSV Eindhoven un contratto fino al 2025.

“Ho lavorato per questo momento per anni”, van Nistelrooy è soddisfatto. “Sono orgoglioso e fiducioso di essere pronto ad assumere un ruolo di leadership nella mia squadra”.

“Il mio obiettivo è sempre stato quello di essere il capo allenatore dell’Eindhoven”, dice l’uomo, che ha segnato 62 gol in 67 partite tra il 1998 e il 2001. “Negli ultimi anni è stato sotto un’intensa supervisione da parte del club e in particolare di Toon Gerbrands (attuale direttore generale del PSV).”

Il direttore del calcio John de Jong si è detto soddisfatto del corso logico degli eventi: “Abbiamo grande fiducia nel percorso che stiamo facendo quest’estate con Ruud come capo allenatore del PSV”.