QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sami Mahdi: Non ci sarà alcun accordo collettivo, nemmeno attraverso uno sciopero della fame L’interno

“Vado a dormire ogni notte con la paura che domani mi sveglierò e che qualcuno sia morto perché pensavano che lo sciopero della fame mi avrebbe aiutato”. Questo è ciò che Sami Mahdi (CD&V), Ministro di Stato per l’asilo e l’immigrazione, ha detto a The Morning su Radio 1, sui richiedenti asilo a Bruxelles che vogliono ottenere una soluzione collettiva attraverso il loro sciopero della fame. Al-Mahdi ha puntato il dito contro “un certo numero di organizzazioni” che “ingannano” i richiedenti asilo in questa materia.




Sami Mahdi ha ribadito che non ci sarebbe stato alcun accordo collettivo. “Ci sono semplicemente delle regole che devono essere seguite”, ha detto riferendosi all’attività degli scioperanti della fame nella chiesa del beghinaggio di Bruxelles e negli edifici della Vrije University di Bruxelles e dell’Université Libre de Brussels. Gli ho detto chiaramente e li ho supplicati di non prendere parte a uno sciopero della fame ”. Mehdi ha avvertito che non solo gli scioperanti della fame finiscono in ospedale, ma possono essere feriti in modo permanente.

È stato licenziato per un tweet, indicando che avrebbe fatto qualsiasi cosa per promuovere i suoi principi. Questa accusa ha colpito il ministro degli Esteri. Dice che questo ha fatto arrabbiare alcune organizzazioni, che il Mahdi ha ricevuto anche nel suo governo, proponendo uno sciopero della fame come mezzo per raggiungere un’organizzazione collettiva. Ha affermato chiaramente: “Spero sinceramente che nessuno muoia, ma non ci sarà un accordo collettivo, nemmeno attraverso uno sciopero della fame”.

Al-Mahdi ha detto di essere frustrato da uno sciopero senza carta nel 2009, che all’epoca aveva già portato a un accordo collettivo. Ha detto ancora: “Ma le regole sono le regole, e uno sciopero della fame non cambierà le cose”. Il ministro degli esteri è sempre pronto ad entrare in dialogo. Ha concluso dicendo: “Ma con la mia percezione di essere il più grande criminale del paese, non si entra in una discussione”.

READ  Tesla completamente automatizzata è ancora lontana, secondo una nota interna | le auto