QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sanità pubblica: nessuna segnalazione di vaiolo delle scimmie in Suriname

Alcune parti del mondo stanno attualmente affrontando l’infezione da vaiolo delle scimmie. Dopo casi negli Stati Uniti, Spagna e Gran Bretagna, tra gli altri, si sono verificati casi anche in Francia, Belgio, Germania e Australia. Rakesh Jagadhar Sokol, Direttore della Sanità Pubblica, sottolinea quando gli è stato chiesto di non ricevere alcuna segnalazione o segnalazione di infezioni in Suriname.

Questa infezione virale è stata identificata per la prima volta nelle scimmie nel 1958. Il virus è una zoonosi, il che significa che può essere trasmesso dagli animali all’uomo. Il vaiolo delle scimmie è stato diagnosticato per la prima volta negli esseri umani nel 1970 nella Repubblica Democratica del Congo. Contrariamente a quanto suggerisce il nome, il virus viene trasmesso principalmente dai roditori.

Rakesh Jagadhar Sokol, Direttore della Sanità Pubblica. Foto: CD

Il direttore Jagadar Sokol afferma che i medici del Suriname non hanno presentato alcuna segnalazione sulla malattia infettiva. “Anche al Bureau of Public Health (BOG), i funzionari non hanno ricevuto alcuna segnalazione. Come Ministero della Salute, rimaniamo in allerta e chiediamo informazioni alle istituzioni che devono segnalarci eruzioni cutanee e tutti gli altri sintomi”, afferma il direttore del dipartimento. Se la malattia compare in Suriname, Jagadhar Sokol spera che non ci saranno focolai esplosivi.

L’ufficiale rileva che l’esperienza pratica ha dimostrato che queste infezioni virali sono accompagnate da un’eruzione cutanea. Il virus può anche essere trasmesso molto facilmente. “Sarà difficile per i medici adottare misure preventive. Anche il design ambulatoriale dovrà essere diverso”, afferma il direttore del dipartimento, che sottolinea ulteriormente che la comunità deve essere ben informata.

In passato ci sono stati focolai di diversi tipi di vaiolo in Suriname; Ora ha bisogno di analizzare fino a che punto c’è immunità nella società. Il Ministero della Salute incontrerà diversi attori per formulare la politica di prevenzione.

READ  Maggiori conoscenze sulle malattie cardiovascolari attraverso i dati sanitari