QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Scadenza superata: gli operatori sanitari francesi devono ora essere vaccinati per continuare a lavorare

Medici e infermieri così come tutto il resto del personale degli ospedali, tutti i lavoratori dei centri di assistenza residenziale, infermieri a domicilio, psicologi, vigili del fuoco, operatori delle ambulanze… Da oggi tutti devono essere vaccinati almeno una volta per continuare a lavorare.

Ci sono alcune eccezioni, per coloro che hanno motivi medici per non essere vaccinati o che hanno recentemente contratto la malattia e sono quindi ancora immuni.

In totale, circa 2,7 milioni di persone lavorano nell’assistenza pubblica e privata in Francia. Non è ancora chiaro quanti non siano stati ancora vaccinati. Negli ultimi giorni, i dati hanno mostrato che in alcuni settori nel settore dell’assistenza, quasi il 90 percento dei dipendenti ha ottenuto il primo colpo e in altri settori oltre il 90 percento.

Alla fine si prevede che ci sarà una piccola percentuale di persone non vaccinate, che potrebbe variare da diverse decine di migliaia a 50.000 persone. Per i dipendenti della sanità pubblica non vaccinati il ​​contratto può essere sospeso immediatamente, senza indennità. All’inizio sarebbero stati rilasciati immediatamente, ma la Corte Costituzionale lo ha vietato.

I dipendenti della sanità privata rischiano l’interdizione dal lavoro o, ad esempio, la sospensione del rimborso.

READ  L'uccisione di un dipendente in una stazione di polizia a Rambouillet