QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sempre più appelli alla permanenza del Presidente del Consiglio Mario Draghi

La petizione condanna anche la “condotta irresponsabile” del Movimento Cinque Stelle.

Mario Draghi ha annunciato la sua intenzione di dimettersi giovedì scorso. Ha perso il sostegno del Movimento Cinque Stelle dopo che il partito populista ha boicottato il voto di fiducia. Così Draghi si rese conto che il suo governo non era più un governo di unità nazionale e prese le sue decisioni. Ma il presidente Sergio Mattarella ha rifiutato di accettare le sue dimissioni.

Mario Draghi è Presidente del Consiglio dall’inizio dello scorso anno. La sua nomina segnò la fine di mesi di instabilità politica e di crisi. L’ex capo della Banca centrale europea, noto anche come “Supermario”, ha portato l’Italia fuori dalla crisi del corona ed è visto come un garante della stabilità politica. Secondo gli osservatori, le sue dimissioni sarebbero una brutta notizia per l’Italia, che sta attraversando una profonda crisi finanziaria.

Resta da vedere cosa farà dopo Draghi. Il presidente Mattarella non avrà altra scelta che indire nuove elezioni se mercoledì deciderà di dimettersi perché non potrà più guidare il governo di unità nazionale. Potrebbero verificarsi a fine settembre.

In ogni caso, l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di Forza Italia e l’ex ministro Matteo Salvini della Lega di estrema destra hanno già indicato in un comunicato congiunto di essere favorevoli alle elezioni anticipate.

READ  Forte crescita dell'export di fiori e piante in Italia