QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

‘She’s the Italians’ Trump’: Giorgia Meloni, favorita di estrema destra alle elezioni italiane

I sondaggi parlano chiaro, anzi non ci sono più dubbi: l’estrema destra Giorgia Meloni dovrebbe vincere le elezioni italiane di domenica. Cosa sappiamo di lei? Lo abbiamo chiesto agli esperti italiani di EenVandaag, Eveline Rethmeier.

Chi è Georgia Meloney? Come fa un politico di estrema destra a ottenere così tanto sostegno?

“E’ stato politicamente attivo per molti anni per conto dei Fratelli d’Italia. È sempre stato un piccolo partito di destra, ma negli ultimi anni è diventato un grande partito in quanto sono stati all’opposizione. Ha solo sostenuto i piani di riforma di Mario Draghi, che da un anno e mezzo ha un’ampia coalizione nell’opposizione, sono stati messi da parte.

“Non si è mai sporcata le mani agli occhi di molti italiani. E gli elettori italiani vanno sempre in un nuovo movimento politico che faremo qualcosa di completamente diverso. Infatti, Meloni è l’ultima rimasta e non ha mai governato”.

Gli italiani che lo votano vedono Meloni di estrema destra?

“No, la vedono come una ‘estrema destra’. Poiché è diventata più popolare, cerca di essere più moderata per fare appello a un pubblico più ampio. La sua politica di partito è di natura neofascista. Quando era più giovane, ha detto Mussolini aveva ‘fatto troppe cose buone’. Ha detto”.

“Ma alcuni italiani trovano strane affermazioni del genere. Sono un po’ nostalgici e conservatori, non la vedono come una fascista. Non puoi pensarla così adesso. Fa un suono diverso, porta l’idea. ‘ Gli italiani prima di tutto, crea popolarità”.

Vedere

Meloni a volte viene paragonato a Mussolini, fino a che punto pensi che il paragone sia vero?

«In realtà non funziona. Non è antidemocratica, almeno non apertamente, è antiviolenza, ma allo stesso tempo non prende le distanze da Mussolini. In realtà c’è un’altra corrente di fascismo. Ci flirta. Non grida mai ad alta voce che è un uomo terribile. Ma vent’anni fa non avrebbe detto che Mussolini era un grande statista”.

READ  La Germania stringe le serrature, l'Italia apre i terrazzi: valica confine

“Penso che tu possa vederla come il Donald Trump degli italiani. Il suo messaggio è incentrato sugli italiani prima, la famiglia prima, critica verso l’Europa, ed è contro l’élite e la classe politica. Ero con lei ieri in campagna elettorale, ed è una brava oratrice e si presenta come una donna del popolo. , e parla con un forte accento piatto romano e si vanta di non aver preso una laurea perché non aveva soldi, il che piace a molti.

La sua posizione anti-europea avrà conseguenze sulla premiership di Maloney nei Paesi Bassi?

“Ci sono sicuramente delle implicazioni per l’Ue. Da un lato l’Italia è la terza economia dell’Eurozona, molto importante e influente. Non sappiamo ancora come si posizionerà rispetto all’Ue e alle rigide regole fiscali. , e non sappiamo ancora se può fornire stabilità politica con una coalizione di destra. Se la politica non è stabile, l’economia europea non risponderà bene”.

“D’altra parte, ciò avrà conseguenze sull’atteggiamento dell'”Occidente” nei confronti della Russia. Resta da vedere se il nuovo governo è troppo duro con essa. Draghi era chiaro che la Russia è un aggressore e ha attaccato l’Ucraina. Ma ora è stato dimostrato che un partito che sale al potere è finanziato dalla Russia. Stanno cercando di destabilizzare l’Europa occidentale. can”.

Vedere

L’Italia non è già conosciuta come un paese politicamente stabile. Riuscirà Meloni a inventare qualcosa di diverso dai suoi predecessori?

“Si fanno tante promesse, più pensioni, meno tasse, soldi per i giovani e così via. Ma la domanda è: da dove verranno quei soldi? Presto dovranno fare i conti con Bruxelles, da cui hanno ricevuto molto. Soldi dal fondo di sostegno Corona, ma lo spenderanno sicuramente come vuole Bruxelles? Non lo so”.

READ  I Red Flames vogliono fare la storia contro l'Italia

“Un italiano su quattro crede che Meloni migliorerà la vita. Lo senti? Non è così. Ma gli italiani sono abituati alle false promesse. Berlusconi promette tagli alle tasse da 20 anni”.

Guarda il servizio televisivo qui