QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Shultz: la minaccia nucleare della Russia è diminuita grazie alle pressioni internazionali sul presidente Putin | Guerra Ucraina e Russia

La minaccia che la Russia utilizzi armi nucleari nella guerra in Ucraina è diminuita grazie alle pressioni internazionali sul presidente Vladimir Putin. Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz in un’intervista pubblicata oggi al gruppo mediatico tedesco Funk. Ora una cosa è cambiata: la Russia ha smesso di minacciare armi nucleari. In risposta al fatto che la comunità internazionale ha tracciato una linea rossa.

Alla domanda se la minaccia di un’escalation nucleare fosse stata scongiurata, Schultz ha risposto: “Per il momento, abbiamo posto fine a tutto ciò”.

Secondo il capo del governo tedesco, la sua recente visita in Cina lo ha aiutato. “Durante la mia visita a Pechino, il presidente cinese e io abbiamo dichiarato congiuntamente che non si dovrebbero usare armi nucleari. Poco dopo, i paesi del G20 hanno ribadito questa posizione”.

Scholz è stato interrogato anche sui controversi commenti del presidente francese Emmanuel Macron, secondo cui è necessario “fornire garanzie di sicurezza alla Russia il giorno in cui tornerà al tavolo dei negoziati”. “La priorità ora è che la Russia metta immediatamente fine alla guerra e ritiri le sue forze”, ha detto Schultz. “Naturalmente siamo pronti a parlare con la Russia del controllo degli armamenti in Europa. Lo abbiamo offerto prima della guerra e questa posizione non è cambiata”.

Putin: la Russia non è impazzita

Il linguaggio minaccioso di Putin e l’impasse militare in Ucraina fanno temere che la Russia ricorrerà al suo arsenale nucleare per una svolta militare. Ma La Russia non è “impazzita”Putin ha detto ieri, e vede il suo arsenale nucleare come un deterrente puramente difensivo. Il presidente russo ha dichiarato di non voler utilizzare prima le armi nucleari. Fanno da deterrente. “Se ci viene lanciato un attacco, risponderemo”.

READ  La donna unisce madre e figli: "Ho avuto un numero di cellulare da qualcuno che non ho mai conosciuto"

Putin ha messo in massima allerta le armi nucleari del paese all’inizio di quest’anno, e l’ex presidente Dmitry Medvedev, ora vice capo del Consiglio di sicurezza russo, ha ripetutamente parlato della possibilità di una guerra nucleare. Questo linguaggio minaccioso è diminuito di recente.

Secondo Putin, la minaccia di una guerra nucleare è in aumento, ma non per questo.