QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Siemens si ritira completamente dalla Russia dopo quasi 170 anni | Economia

Il colosso industriale tedesco Siemens lascia la Russia a causa della guerra in Ucraina dopo essere stato attivo in quel paese per quasi 170 anni. Le sanzioni alla Russia hanno già inflitto un colpo finanziario al gruppo industriale tedesco di quasi 600 milioni di euro nell’ultimo trimestre.

Dopo lo scoppio della guerra, Siemens ha già interrotto tutti i nuovi contratti e le consegne internazionali in Russia e Bielorussia. Insieme ai rigori, questo ha messo a dura prova i risultati. Particolarmente colpito dalla situazione il ramo che si occupa di ferrovie, treni e attività di manutenzione.

Non è stata una decisione facile voltare le spalle alla Russia, secondo il CEO Roland Bosch. L’azienda ha circa 3000 dipendenti e ha una lunga storia nel paese. Nel 19° secolo Karl von Siemens, fratello del fondatore dell’azienda, si stabilì definitivamente in Russia. Fu anche onorato dallo zar russo.

Non è ancora chiaro come si svolgerà il ritiro dalla Russia. Bosch afferma che Siemens sta optando per un “processo strutturato” durante l’eliminazione graduale delle attività. Si dice anche che questo processo sia già iniziato. “Stiamo valutando l’impatto sui nostri dipendenti e continueremo a supportarli nel miglior modo possibile”.

In parte a causa dell’impatto del conflitto, l’utile di Siemens si è dimezzato nell’ultimo trimestre a 1,2 miliardi di euro. Ma nel corrispondente periodo dello scorso anno, il gruppo ha comunque beneficiato fortemente dei proventi della vendita di un segmento.

Tuttavia, Siemens ha anche registrato una forte crescita di recente. Si sta facendo un buon lavoro, soprattutto in ambito digitale; Ad esempio con software per automatizzare i processi di fabbrica. Il volume totale degli scambi è aumentato del 16% a quasi 17 miliardi di euro. Con l’aiuto della ripresa economica dalla crisi del Corona, il portafoglio ordini è pieno di quasi un terzo rispetto a un anno fa.

READ  Noti fratelli nei ristoranti sparati davanti a bambini che mangiano al McDonald's olandese: sospettato (32) arrestato