QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sledgehammer a Jan Breydel: l’efficace AA Gent crea una posizione subdola a Bruges | Croque Cup 2021/2022

La squadra dell’AA Gent si è qualificata per la finale di coppa per la sesta volta nella sua storia. A Brugge ha corretto la situazione sbilenca all’andata. Grazie a Odjidja, Castro-Montes e Depoitre, sono 0-3 alla corte di Jan Breydel.

Club Brugge – AA Gent in poche parole:

  • Momento chiave: A otto minuti dall’inizio del primo tempo, Odoi ha perso la calma dopo un fallo nel pareggio di Tisudale. Si vendica con un colpo in faccia all’attaccante e prende il suo secondo cartellino giallo. Appena un minuto dopo, Deputy segna il punteggio di 0-3. Due minuti cruciali decidono la partita.
  • uomo partita: Vadis Odjidja ha creato lo scenario perfetto per il Gent con il suo gol iniziale piuttosto fortunato. Il centrocampista ha continuato a giocare ad alto livello contro la sua ex squadra. Il clou è stato il suo superbo passaggio fuori piede dopo l’ora, anche se Tissoudali ha dimenticato di mettere la ciliegina sulla torta.
  • efficienza: Quello che Gand ha mancato all’andata, stasera è stato prolifico. Con un po’ di fortuna, il primo tiro in porta si traduce subito in rete e dal cielo cade anche lo 0-2. Due occasioni, due gol. Era in netto contrasto con i tanti errori dell’andata.
  • notevole: Pochi dolori per il club, come la sconfitta contro gli avversari del Gent, ed è esattamente quello che è successo oggi per la terza volta in questa stagione. Dopo essere stato accusato 6-1 alla Glamco Arena alla fine di agosto, il club ha perso anche la partita della competizione nello stadio di casa. La terza sconfitta è senza dubbio la più dolorosa per il club.

L’inizio di un sogno dà vento a Gand nelle sue vele

1 minuto e 42 secondi. Ci è voluto tutto questo tempo prima che il club perdesse effettivamente il vantaggio dall’andata. Vanaken allontana la palla con un cenno del capo su punizione di Combs e Ojiga colpisce contemporaneamente il limite dei sedici. Il suo aereo ha virato al largo di N’Soki, lasciando Mignolet senza possibilità. Con un po’ di fortuna, però, Gent ha dato vita al suo sogno.

Il club ha immediatamente fatto tutto il possibile e ha respinto Gent. Dopo un superbo passaggio di Vanaken, Skov Olsen non è riuscito a prendere la palla abbastanza bene da minacciare Roef. Dopo appena quindici minuti, è lo stesso Vanaken a perdere l’occasione per approfittare quando il portiere del Gent gli ha portato il pallone dritto ai piedi.

Subito dopo, Rove era sulla strada giusta quando Adamyan ha segnato al centro su un passaggio del laborioso Skov Olsen. Gent si fece da parte e si voltò verso di lui. Gli ospiti non sono rimasti delusi e potrebbero essere felici che il club non abbia preso nulla dalla serie di calci d’angolo.

0-2 uscita dalla zona azzurra a dieci minuti dalla fine del primo tempo. Mignolet riesce a schivare un tiro dalla distanza di De Sart, ma viene poi sorpreso da un bel tiro di Castro-Montes. Doccia fredda per il club e quasi 0-3. Dopo un cross calcolato dello stesso Castro Montes, il colpo di testa di Depot atterra sul palo.

Rosso per Odoi Kills Club

Spunti di riflessione per Schroeder e compagni di squadra durante il primo tempo e 10 minuti dopo la ripresa, le preoccupazioni del Brugge sono diventate ancora più grandi. Odoi ha ricevuto il suo secondo cartellino giallo dopo essere stato colpito in faccia da Tissoudali e subito dopo il club ha dovuto ricevere un altro colpo. Samoas trova il colpo di testa di Depoetry e realizza lo 0-3 con un buon colpo di testa.

Gran tiro per il Club Brugge. La squadra di casa coraggiosamente scoraggiata e una serie di sostituzioni ha cercato di fare qualcosa, ma ha portato solo alla frustrazione. È anche andato quasi 0-4 quando Odjidja ha licenziato Tsudale con un bel passaggio di piede, ma è andato testa a testa con Mignolet, che ha perso l’occasione.

È stato un lungo tormento per il club, il Gent non ha avuto ulteriori problemi ed è passato alla finale di coppa per la sesta volta. In questo incontrerà Anderlecht o Leoben. Il club soffre di una sbornia enorme e ora deve concentrarsi sulla lotta per il titolo.

Schroeder: “Questo non dovrebbe intralciare”

  • Heine Vanheisbroek (allenatore Gand): “Abbiamo battuto Klopp 6-1 ad agosto, poi li abbiamo battuti di nuovo, e infatti abbiamo dovuto batterli 4-1 all’andata delle semifinali. Quindi non è stata una scoperta sorprendente per noi. A tante persone a gennaio hanno segnato tanti punti senza. Nella competizione ora siamo con il coltello in gola e non possiamo più rinunciare a nulla. Ci occuperemo di questa settimana dopo settimana e cercheremo di vincere ogni partita”. Non importa chi incontreremo nella finale di coppa. L’Anderlecht è probabilmente molto più forte di Eupen e gioca in casa. Abbiamo giocato un’ottima partita qui stasera, è stata una conferma delle qualità dei miei giocatori. “
  • Alfred Schroeder (allenatore del Club Brugge): “Non abbiamo creato molte occasioni. Pensavo di aver giocato bene nel primo tempo e di aver mantenuto il record di domenica scorsa. Abbiamo messo molta pressione e siamo stati bravi anche nella preparazione. Ma con quel primo gol siamo riusciti a segnare. Errore fatale. Sei caduto così velocemente contro una squadra così e per fortuna è caduto il secondo gol. Eravamo molto preoccupati in quel momento e abbiamo dovuto prendere palla. Siamo andati 0-2 dopo quel cartellino rosso e quello 0-3 è diventato difficile certo. Sappiamo che il Gent è un’ottima squadra e che sicuramente sarà ancora nella competizione e giocherà un ruolo. Dobbiamo affrontarlo rapidamente e di solito questo non dovrebbe sorprenderci. Dobbiamo impara da questo e mostra carattere. Sappiamo cosa dobbiamo fare nella competizione”.
  1. Il secondo tempo, il minuto 96. La fine. L’AA Gent si qualifica con vigore alla finale di coppa dopo una netta vittoria per 0-3. Il cartellino rosso di Odoi e lo 0-3 per Depoetry subito dopo è stato un ko per i padroni di casa. Ancora una volta, il Club Brugge morde la sabbia contro Gent e rimane con una grande sbornia. Il Gent si qualifica per la sesta volta alla finale di coppa. †
  2. Il secondo tempo, al 96′, il gioco è finito
  3. cartellino giallo per Andreas Hansch Olsen (KAA Gent) durante il secondo tempo, al 94° minuto
  4. Il secondo tempo, il minuto 92. È un’esclusione giustificata per il club. In più di due partite, è stato il Gent a raggiungere con merito la finale di coppa. Peter Vandenbet su Radio 1.
  5. Secondo tempo, minuto 89. 4 minuti supplementari. La partita avrà un breve tratto, ma non cambierà molto. La lotta è finita, Ghent ha un biglietto per la finale di sesta coppa. †
  6. Secondo tempo, minuto 88. Lang può andare avanti per un po’, ma l’angolo è troppo acuto sul finale per infilare la palla tra le traverse. A poco a poco la realizzazione sta iniziando a emergere sul club, e non sarà il doppione per questa stagione. †
  7. Il secondo tempo, il minuto 83. Ha eliminato tutto il club negli ultimi minuti. Anche Sandra è stata lanciata nella lotta, poiché la partita è finita per Mata. †
  8. Secondo tempo, minuto 83. Cambio al Club Brugge, entra Cissé Sandra ed esce Clinton Mata
  9. Secondo tempo, minuto 82. Sostituzione in KAA Gent, Núrio dentro, Matisse Samoise fuori
  10. Secondo tempo, 81′ Vanheisbroek prende da parte Samoys per Norio. Forse è stata una saggia decisione dell’allenatore del Gent. †
  11. Secondo tempo, minuto 80. Samoas flirta con il secondo giallo. Samoise commette un altro errore a Sobol. I tifosi del Brugge gridano al secondo cartellino giallo, Lamprechts non risponde. Il club finisce con un calcio di punizione appena fuori area di rigore, ma Rove respinge il tentativo di Lange di uscire dall’aria. †
  12. Secondo tempo, minuto 78. Giallo per Samoys. Anche Samoise ha ricevuto un cartellino giallo giustificato dopo un grave fallo su Sobol. Non c’è più il calcio, il club ha bisogno di un miracolo. †
  13. Ammonizione per Matisse Samoyes da CA Gent nella ripresa, al 78° minuto
  14. Secondo tempo, minuto 77. Sostituzione in KAA Gent, dentro Andrew Hjulsager e Vadis Odjidja Ofoe.
  15. Secondo tempo, minuto 77. Sostituzione in KAA Gent, Andreas Hanche-Olsen dentro e Jordan Torunarigha fuori
  16. Secondo tempo, minuto 76. È chiaro che Odjidja non è più amato dalla sua ex squadra. Ad alta voce spostato di lato per Hjulsager. Sostituito anche Torunarigha, tra le righe c’è Hanche-Olsen. †
  17. Cartellino giallo per Hans Vanaken dal Club Brugge nella ripresa, al 76′
  18. Secondo tempo, minuto 75. Giallo per il frustrato Vanaken. La frustrazione dilaga anche a Vanaken. Viene giustamente punito per aver violato Odjidja e poi saluta i Lambrecht. Lo metterà su un cartellino giallo logico. †
  19. Secondo tempo, minuto 75. Sostituzione al Club Brugge, entra Federico Rica, esce Stanley Nsuki.
  20. Secondo tempo, minuto 74. Al club, N’Soki è ancora appoggiato a lato. Rika può completare la fase finale. †
READ  Il KV Kortrijk balza al quinto posto con 9 su 9 e pressa la concorrenza, Syring resta sul fa schifo