QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Sono contento di quello che ho, ma questo è indipendente dal desiderio di avere un secondo figlio”

Foto: Unsplash

Fouklin, 32 anni, ha dato alla luce suo figlio, Sam (2), dopo diversi tentativi di fecondazione in vitro. Sono andati anche in questo modo per un secondo, ma questa volta non ha funzionato.

“Sapevamo che la fecondazione in vitro era l’unica opzione per noi di avere figli. La prima volta, sono rimasta incinta solo dopo sette tentativi. I medici hanno detto che c’era una probabilità del 10% FIVET Rimarrà incinta, meno dell’1% naturalmente, perché mio marito sembra produrre pochissimi spermatozoi. Ci siamo andati.

Era una specie di strategia di sopravvivenza: non sarebbe mai stato un nostro sforzo. Avevamo la sensazione che sarebbe andato tutto bene. Fortunatamente, Sam è nato sano. Avevo già la preeclampsia, quindi il consiglio era di non rimanere incinta di nuovo tra un anno.

percorsi di inseminazione artificiale

Intorno al primo compleanno di Sam, il circo è ricominciato. Avevo la sensazione che avrebbe funzionato di nuovo. il mio re corpo So come farlo ora. In più la voglia di avere un secondo era così forte, e c’era tanto spazio nei nostri cuori, nella nostra casa…ci siamo entrati positivamente.

Ma questa volta la produzione di spermatozoi si è rivelata così scarsa che hanno dovuto cercare due o tre ore per trovare uno o due buoni spermatozoi. Poi abbiamo valutato cosa avremmo fatto. L’ospedale ha osato riprenderlo dopo un giro, ma io e mio marito abbiamo deciso insieme: sarebbe stato l’ultimo.

“Mio marito ed io abbiamo deciso insieme: questo sarà l’ultimo round”

Soprattutto perché per me era mentalmente difficile. Gli ormoni iniettati nel mio corpo non mi piacevano. Prima di Sam potevo andare a letto per un giorno se non mi sentissi bene, ma ora non posso. E volevo essere lì per lui.

READ  Un robot per biopsia combina immagini ecografiche e scansioni MRI

Buco nero

Nessuno poteva andarci Ospedale A causa di Corona, l’ho trovato molto difficile. Dal nostro ultimo trattamento di piercing, abbiamo avuto due sostituzioni, che non sono rimaste al loro posto. Quando lo abbiamo sentito, siamo caduti in un buco nero. Questo percorso di fecondazione in vitro controlla la tua vita. Era molto difficile perdere tutto in una volta.

Sono andato in terapia per risolverlo. Abbiamo inviato un messaggio ai nostri amici e familiari alla fine dello scorso anno: “Volevamo davvero concludere quest’anno in modo diverso, ma non potevamo. Siamo tristi, ma siamo anche molto felici per il futuro con i tre di noi. Ne faremo qualcosa di bello”.

Leggi anche – “La possibilità di riuscire ad avere un secondo figlio è in realtà pari a zero””>

“Quando arriverà il secondo?”

Una delle cose più difficili che ho trovato ultimamente sono i commenti degli altri. Qualcuno ha chiesto: “Perché non prendi un donatore?” Quando ho detto che volevo due figli dallo stesso padre, ho avuto la risposta: “Quindi non vuoi davvero tanto un secondo figlio”. Questi tipi di commenti rimangono con te.

“Ora vuoi decisamente una ragazza.” Come se lo stessi facendo”

“Ah, ne hai uno” o “Beh, probabilmente hai un bambino a sorpresa”, come se fosse così che lavori! È chiaramente considerata una domanda molto ordinaria: “Quando a in secondo luogo? ‘ O durante il trattamento: “Ora vuoi sicuramente una ragazza”. Come lo fai.

camera

La tristezza persiste, ma lentamente vedo spazio per altre cose. Ridecoreremo la casa e ameremo viaggiare, il che è facile con un bambino. E ora lo so: possa esserci dolore, che non toglie nulla al primo amore di tuo figlio. Ovviamente sono contento di quello che ho, ma è indipendente dal volerne un secondo, un terzo o qualsiasi altra cosa”.

READ  Ricerca: nuovi test sulla malattia di Lyme inaffidabili

Questo articolo può essere trovato su Kek Mama 07-2022.

Ottieni Kek Mama ogni mese con uno sconto e ricevilo gratuitamente a casa tua! Abbonati ora e paghi solo 4,19 € per edizione.