QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sono scelte urgenti per Van Aert e Van der Poel? “Il ciclismo è sicuramente ancora possibile, ma il tono potrebbe essere diverso” | Ciclismo

HLN SportscastWout van Aert (27) e Mathieu van der Poel (26) si stanno godendo una meritata pausa dopo una lunga stagione. Ma quest’inverno il dovere chiama di nuovo, perché a dicembre si tuffano in campo. È saggio continuare a combinare la Via e la Croce? “Sì, dovrebbero pensare soprattutto alle gare di preparazione”, afferma HLN Sportcast.


editoriale


Ultimo aggiornamento:
12:07




Wout van Aert e Mathieu van der Poel sono stati tra i pionieri assoluti del ciclismo su strada la scorsa stagione. Van Aert ha vinto tre tappe al Tour, tra le altre Van der Poel ha vinto le Strade Bianche e ha vestito di giallo per alcuni giorni dopo aver vinto una tappa del Tour. E questo mentre si litigavano dalla Tirreno-Adriatico. “Dovrebbero considerare se è necessario questo inverno”, provoca Johan Museo a HLN Sportcast. “Davvero devono gareggiarsi tutti i giorni alla Tirreno, e poi sentirsi un po’ meno a Milan-Sanremo?”

Tom Boonen aggiunge: “Bisogna fare delle scelte. Non si può aprire completamente il gas ovunque. In queste gare di preparazione, devi chiederti cosa stai facendo: vincere una tappa o essere al top delle classiche in poche settimane ” tempo. La primavera dura a lungo, se devi essere al top dal primo all’ultimo giorno”.

Van der Poel ha vinto la terza tappa di quest’anno alla Tirreno-Adriatico davanti a Van Aert. © Foto Notizie

Niente Mondiali?

Un’altra domanda è se Van Aert e Van der Poel non stiano meglio abbandonando il ciclocross, per iniziare meglio la stagione su strada. Ma Museeuw, Boonen e Sven Vanthourenhout non pensano che ciò sia necessario. “Non lo lascerei andare, ma il tono potrebbe essere diverso”, dice Vanthornhout. “Non dovrebbero allenarsi due volte a settimana nei boschi a metà novembre per vincere questo spettacolo di domenica. Cavalcare una croce non è male di per sé, ma il modo in cui la gestisci determina la sua condizione e freschezza in primavera”.

Negli ultimi anni, Van Art e Van der Poel si sono concentrati principalmente sui Mondiali sul campo. Ma questo è anche un punto interrogativo quest’inverno, dato che la Battaglia dell’Arcobaleno si svolge in America alla fine di gennaio. Non è l’ideale, un mese prima del weekend di apertura. Il tecnico della nazionale Fanthornhout dice: “Non costringerei di certo Woot a partecipare. Ci vogliono almeno due settimane, che sono fondamentali per prepararsi alla primavera. E anche energia, mentre nelle classiche serve ogni punto percentuale”.

Ascolta di nuovo l’episodio completo di HLN Sportcast’t con Tom Boonen, Johan Museeuw e Sven Vanthourenhout di seguito:


Wout van Aert non si tufferà in campo fino a “circa otto o nove settimane”: dilemma sulla partecipazione alla Coppa del Mondo in America

Matthew van der Poel e Wout van Aert si divertono durante il tour.

Matthew van der Poel e Wout van Aert si divertono durante il tour. © Foto Notizie

READ  Pirelli sull'esplosione a Verstappen: 'Nessun errore di produzione o scarsa qualità' | Formula 1